Il sogno è diventato realtà, il Campobasso è ufficialmente promosso in Lega Pro. Il successo maturato a Rieti, ed il contestuale pareggio del Notaresco, hanno dato il via alla festa rossoblu. La promozione era nell’aria da tempo e domenica si è concretizzata. Un successo meritato, si perché il Campobasso è stato primo dall’inizio delle ostilità senza mai abbandonare la vetta. Un successo che gratifica il lavoro appassionato e minuzioso di Mario Gesue, vero, primo, artefice del ritorno tra i professionisti dei rossoblu. Arrivato in punta di piedi, dopo aver delegato per una stagione, ha deciso di riprendere in mano il suo investimento e dirigere le operazioni in prima persona con il sostegno del suo fidato staff. Lo ha fatto con passione, lo ha fatto con serietà anche a dispetto delle critiche ricevute dalle controparti (ricordiamo i Circelli, i Polcino di turno). Eh già perché noi non abbiamo memoria corta, e ricordiamo…. ricordiamo bene tutti i passaggi che hanno portato al tripudio di due giorni fa 13 giugno 2021. Una data che resterà scalfita nella storia del calcio campobassano insieme a tutti i protagonisti. Ricordiamo bene la situazione che ha trovato Mario Gesue quando è arrivato a Campobasso, una società distrutta da gestioni pessime, prima interne, poi esterne ma sempre con presidenza interna, strano vero? eppure è successo. Una società che non esisteva e che contava una mole considerevole di debiti, circa 700 mila euro, poi saliti intorno alla cifra tonda di un milione con tante, ma tante situazioni debitorie di cui Gesue non era a conoscenza. Un ambiente distrutto, una tifoseria stanca dei fallimenti e dei campionati vissuti a parlare di stipendi non versati, multe, penalizzazioni, ed un tessuto imprenditoriale locale che non rispondeva più dinanzi alle richieste di sponsorizzazione. Mattone dopo mattone, Gesue, insieme al suo staff fidato come Luigi Mandragora, Raffaele De Francesco, Domenico Fagnano, hanno ricostruito la credibilità della società del Campobasso Calcio. In silenzio, con serietà e professionalità lo staff ha lavorato su più fronti per riportare i lupi in serie C.

Gesue festeggia il passaggio in Lega Pro

Dal momento in cui le redini della società sono tornate in sua mano, Gesue ha puntato sullo staff tecnico composto da De Angelis, Cudini e Antognozzi. Un’area tecnica che ha condotto la squadra alla vittoria del campionato, senza dimenticare la passata stagione. Anche qui, altro passaggio importante da tenere a mente. Mentre la piazza, i media, noi stessi auspicavamo il cambio di guida tecnica con l’esonero di Cudini, la società, Gesue e Mandragora in primis, hanno creduto nella conferma del tecnico marchigiano. Contro tutti i pronostici i risultati sono arrivati a ripetizione, tanto da rientrare in corsa per la vittoria del campionato con una rimonta incredibile. Solo la pandemia ha fermato i lupi ad otto giornate dalla fine con un ritardo di tre punti dal Matelica, poi promosso in Lega Pro con lo stop ai campionati. A seguire la conferma dello staff tecnico, della quasi totalità dell’organico dello scorso anno e la cavalcata culminata con il tripudio di domenica. Che dire, chapeau al patron Mario Gesue che ai nostri microfoni ha parlato di “punto di partenza” per il Campobasso Calcio. Lo stesso numero 1 del club ha festeggiato, insieme a squadra e tifoseria, a più non posso la vittoria del campionato. Una gioia trasportante che rende merito ai tanti sacrifici (non dimentichiamo gli sforzi economici nell’anno della pandemia senza l’apporto del pubblico) e ad un uomo che con passione ha ricreato l’entusiasmo a Campobasso. Bellissimo vedere il patron festeggiare come un ultras la vittoria del campionato, un bellissimo messaggio non solo per il presente ma anche per il futuro con una proprietà appassionata e seria. Ora il tempo dei festeggiamenti a seguire si progetterà il futuro in serie C.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio a 5, tornei Estivi, “Coste del Lago” da questa sera a Limosano via ai quarti di finale

Prosegue a ritmo spedito la sesta edizione del torneo di calcio a 5 “Coste del lago” di Li…