CAMPOBASSO – Dal 26 Maggio sino al 6 Giugno è possibile andare a vedere “DREAMERS, SOGNI, FOTOGRAFIE E ALTRE STORIE”, una mostra fotografica di Mino Pasqualone, il fotografo del capoluogo, le cui opere girano l’Italia. Se ci si reca presso la sua mostra, con ingresso gratuito, in vico Persichillo a Campobasso, si può incontrare il fotografo con più di 11 mila seguaci su Instagram e sarà ben lieto di poter guidare le persone nell’osservazione delle sue opere.

Cosa ha portato Mino Pasqualone nel mondo della fotografia? “Sin da bambino ho amato la fotografia – commenta Mino- quando ho poi ricevuto in regalo una polaroid ero già appassionato di quest’arte. Sono cresciuto e mi sono iscritto presso la facoltà di Architettura di Interni e mi sono laureato in Design al Politecnico di Milano. Dopo un anno di lavoro come progettista sono rientrato a Campobasso ed ho seguito un master in fotografia allo IED (ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN) di Roma ed ho iniziato a lavorare come freelance, aprendo uno studio qui a Campobasso, trasformando questa mia grande passione in un lavoro vero e proprio”.

Conosciuto per un lavoro particolare ed unico fatto sulle opere di Caravaggio…  “Ho realizzato queste fotografie nell’arco del primo lockdown del 2020, ovvero da Marzo a Maggio. Non avendo avuto a disposizione modelli e avendo ricevuto cancellazioni di lavori, viaggi ed altro, l’unico modo per portare avanti il mio lavoro quotidiano era auto scattarmi delle foto. Ho sempre avuto un’ossessione per il Caravaggio, quindi ho cercato di ricreare le sue opere con il obiettivo fotografico”.

Cosa vuole trasmettere l’autore con le opere della mostra di questi giorni? “Dreamers significa sognatori, la collezione esposta, di circa 50 fotografie in vendita, è stata scattata in un anno e mezzo circa, dove volevo fotografare le persone come se stessero sognando. Quindi con l’obiettivo, sono voluto, poeticamente parlando, entrare nei loro sogni e catturare il momento in cui stavano sognando. L’associazione che mi ospita in questo luogo suggestivo è L’Associazione Vivian Maier Fotografica di Campobasso”.

 S.L.

 

 

 

 

 

Potrebbe interessanti anche:

Omissione di atto d’ufficio, assolto l’architetto Mandrile

Il tribunale di Larino in composizione collegiale ha assolto l’architetto Livio Mand…