Nonostante le difficoltà dovute al COVID-19, anche quest’anno la Polizia di Stato, attraverso la specialità Polizia Stradale, ha voluto portare il suo messaggio per la sicurezza stradale nelle scuole, attraverso il progetto “ICARO-21”.
In provincia di Isernia il progetto, curato da personale appositamente formato e specializzato della locale Sezione Polizia Stradale, si è svolto presso l’I.S.I.S. “Fermi-Mattei” ed è stato rivolto a studenti vicini alla maggiore età, perché prossimi all’ingresso nella platea degli utenti della strada, non più solo come pedoni o conducenti di biciclette o ciclomotori, ma anche come conducente di autovetture.
Tema del progetto quest’anno è stato “La disregolazione e le condotte di rischio sulle strade”. In un mondo oramai digitalizzato particolare enfasi è stata data all’uso dei telefoni cellulari e degli smartphone, non solo durante la guida ma anche quando semplicemente si passeggia in strada. L’uso di tali strumenti mentre si compiono altre azioni sulla strada (guida, attraversamenti pedonali, ecc.), definita attività multitasking, costituisce una delle principali cause degli incidenti stradali. Al termine degli incontri è stata prevista la somministrazione agli studenti di alcuni questionari anonimi, così da poter avere un feedback da analizzare e da commentare insieme ai ragazzi e ai docenti, circa i comportamenti da evitare durante la guida dei veicoli, riscontrando una rilevante partecipazione tra gli studenti.
Il progetto ICARO, giunto ormai alla sua ventunesima edizione, è la più importante campagna di sicurezza stradale della Polizia di Stato rivolta agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, svolta in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia – Sapienza Università di Roma, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Moige (Movimento Italiano Genitori), la Fondazione ANIA per la sicurezza stradale, la Federazione Ciclistica Italiana, la società Autostrada del Brennero S.p.a., Enel Green Power, il Gruppo autostradale ASTM-SIAS / SINA. La campagna di sicurezza stradale è collegata ad una ricerca scientifica, a cura del Dipartimento di Psicologia della “Sapienza Università di Roma”, che ha dimostrato come tali attività siano capaci di aumentare la sensibilità nei confronti dei pericoli stradali.
Negli anni il progetto Icaro ha raggiunto circa 200.000 studenti nelle scuole di ogni ordine e grado e molte centinaia di migliaia sono quelli venuti in contatto nel corso degli eventi, nei teatri, nelle piazze e nelle attività proposte a bordo del Pullman Azzurro, l’aula multimediale itinerante della Polizia di Stato.

Potrebbe interessanti anche:

Ancora ladri in azione, alcune contrade di Trivento messe sotto scacco

Un nuovo fine settimana con i ladri in azione, alcune contrade di Trivento messe sotto sca…