Il Molise si avvicina alla zona bianca dal 1 giugno, insieme a Friuli e Sardegna. Questo significa fine del coprifuoco e riapertura delle piscine al chiuso, con divieto di usare le docce, le sale gioco e scommesse, i parchi di divertimenti e quello che ruota intorno al wedding.
Sono queste le novità più importanti delle proposte avanzate nella riunione pomeridiana dei presidenti alla conferenza delle regioni. Toma, Fedriga e Solinas d’accordo sulle misure da prendere nelle loro rispettive regioni, con un pochino di anticipo rispetto alle altre, dove il coprifuoco sarà abolito dal 7 giugno.
Anche le discoteche potranno riaprire le porte, ma la decisione sarà presa in accordo con il Cts, ma solo per offrire servizio di bar e ristorazione. Per il ballo si dovrà attendere il 1mo luglio, quando però servirà tampone esterno o green pass. Per bar e ristoranti resteranno in vigore tutte le misure anticovid, cioè rispetto del distanziamento dei tavoli e impossibilità di consumare in piedi, anche con coprifuoco abolito. Intanto il presidente Toma ha confermato la notizia che già da lunedì si potrebbero prenotare i soggetti tra i 40 e 50 anni per le vaccinazioni e inoltre è previsto un Astraday, con data probabile ma da confermare, per il 2 giugno, quando chiunque vorrà vaccinarsi potrà presentarsi senza prenotazione.
Sono in arrivo dosi di serio anticovid a sufficienza per tutti, ha fatto presente Toma. Quindi l’obiettivo di completare almeno la prima dose a tutti i molisani per metà giugno potrebbe essere raggiunto.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, nel bollettino numero dei nuovi positivi uguale a quello dei guariti. Un’altra vittima al Cardarelli, è un anziano di Forti del Sannio

Il numero dei guariti pareggia quello dei nuovi casi. Sono 481 quelli che hanno superato i…