L’inseguimento è durato una decina di minuti, nel dedalo di stradine interpoderali nella zona a sud del quartiere di via Puglia. E’ qui che l’auto della Squadra Mobile aveva intercettato quella di due uomini che arrivavano da Foggia. All’alt, comandato dalla pattuglia, l’auto è schizzata via a tutta velocità, effettuando un paio di sorpassi contromano per poi immettersi in una strada di campagna.
Gli agenti hanno iniziato l’inseguimento, terminato qualche chilometro più avanti, in una strada sterrata, dove sono riusciti a bloccare i fuggitivi.
Durante la fuga, i due avevano anche lanciato un oggetto fuori dal finestrino. I poliziotti hanno in seguito recuperato un telefonino al quale era attaccata una bustina con alcuni grammi di eroina. Quando i due sono stati portati in questura, negli uffici di via Tiberio per essere identificati, gli agenti hanno scoperto che si trattava di padre e figlio di 55 e 30 anni.
In seguito, gli agenti hanno deciso di perquisire la casa dell’uomo e hanno trovato il materiale per pesare e confezionare la droga
Su disposizione del magistrato di turno, i due sono stati arrestati per resistenza a Pubblico Ufficiale e per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. A entrambi sono stati concessi agli arresti domiciliari.

Potrebbe interessanti anche:

Assessora e membro di ‘Azione’: Leda Ruggiero “congela” la partecipazione al partito

Assessora e membro di Azione: due cariche incomptabili? Sulla questione fa luce la diretta…