Costruire una rete di centraline per il monitoraggio ambientale dell’aria di un comune o di una zona mediante l’acquisizione dei dati di temperatura, percentuale di umidità, polveri sottili Pm10 e Pm2.5, biossido di azoto e anidride carbonica.  È questo l’obiettivo del progetto “Cambiamo aria” con cui un gruppo di studenti delle classi 5A e 5B – indirizzo elettronica – dell’Istituto Tecnico “E. Majorana” di Termoli parteciperà alle Olimpiadi dell’Automazione promosse dalla Siemens in collaborazione con il MIUR.

L’idea nasce dallo studio dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, un programma composto da 17 obiettivi e 169 target ad essi associati con lo scopo di promuovere il benessere del pianeta e dei suoi abitanti. Gli studenti coordinati dai docenti Paolo Marinucci, Emilio Pepe ed Annachiara Strazza, hanno scelto di coniugare l’obiettivo 11 dell’Agenda 2030 “Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili” con le peculiarità del proprio corso di studi unendo le nozioni tecniche ed il senso civico in un progetto a servizio del bene comune.

Le centraline previste nel progetto saranno alimentate da un piccolo impianto fotovoltaico con accumulo e saranno gestite da un PLC della famiglia SIEMENS SIMATIC S7-1200. Inoltre, tramite il web server sarà possibile interagire con un sito Web dedicato in cui si potrà navigare all’interno delle centraline per leggere i dati relativi all’inquinamento ambientale.

Il progetto “Cambiamo aria” ha visto gli studenti impegnarsi con serietà, responsabilità e creatività e ha così dimostrato l’importanza della scuola quale luogo in cui l’elaborazione del pensiero può diventare strumento vivo di miglioramento sociale aiutando i giovani a far fruttare i propri talenti.

Potrebbe interessanti anche:

Agnone, incontro formativo per percorsi professionali da tecnico logistico

Giovedì 21 ottobre 2021, alle ore 11:00 presso la sala conferenze di Palazzo Bonanni ad An…