Implementazione delle prime dosi, vaccinazioni presso i medici di medicina generale e allungamento dei tempi per la seconda dose: sono queste le novità stabilite al termine della riunione della cabina di regia che si è tenuta oggi per definire le modalità della campagna vaccinale del Molise nelle prossime settimane. Sono state dunque recepite le indicazioni arrivate dalle autorità nazionali.

Queste nel dettaglio le novità emerse e comunicate dall’Asrem, l’azienda sanitaria regionale, con una nota: “Il tempo di attesa tra la prima e la seconda dose per vaccini Pfizer e Moderna verrà portato da 21 a 42 giorni a partire dalle somministrazioni che verranno effettuate domani (8 maggio), come da indicazioni del Comitato Tecnico scientifico; verrà aumentato il numero di prime dosi da inoculare alla popolazione che ancora non ha ricevuto copertura vaccinale, contando su un numero annunciato di vaccini maggiore rispetto a quanto assegnato finora al Molise. Tale scelta viene determinata dall’osservazione di una buona copertura nei confronti della malattia già con la prima dose, tanto da rendere prioritaria tale strada; il Cts ha rassicurato sulla possibilità di effettuare la seconda dose del vaccino AstraZeneca per i soggetti che hanno ricevuto la prima dose”.

Infine l’arrivo dei vaccini dai medici di famiglia: a partire da lunedì prossimo alcuni medici di medicina generale potranno procedere alle vaccinazioni per i loro pazienti over 60 con il vaccino Johnson&Johnson direttamente presso i propri studi professionali. Tale possibilità è riservata a quanti, appartenenti a questa fascia d’età, non siano ancora stati contattati per essere vaccinati presso i centri già allestiti. Per conoscere modalità e tempistiche, va contattato il proprio medico.

Potrebbe interessanti anche:

Covid: 27 nuovi positivi e 19 guariti. al via prenotazioni terze dosi per chi ha da 18 anni in su

Sono 917 i tamponi refertati, da cui sono emersi 27 nuovi positivi. Torna a salire il nume…