Home Apertura Tragico infortunio sul lavoro in A14: muore operaio dopo un volo di 30 metri

Tragico infortunio sul lavoro in A14: muore operaio dopo un volo di 30 metri

Drammatico infortunio sul lavoro in un cantiere stradale dell’A14. Un operaio di 55 anni, residente a Jesi, che stava lavorando al consolidamento di un ponte e dei piloni nel tratto di autostrada tra Campomarino e Termoli, è precipitato da un’altezza di circa 30 metri. Il violentissimo impatto con il suolo non gli ha lasciato scampo. Sotto choc i colleghi che hanno allertato subito i soccorsi, ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Sul posto il 118 con un’ambulanza della Misericordia, i vigili del fuoco, i carabinieri di Termoli e i vigili urbani di Campomarino. Da una prima ricostruzione l’operaio stava lavorando nella parte più alta dell’impalcatura, proprio sotto la carreggiata dell’autostrada, quando all’improvviso i colleghi hanno sentito delle urla e lo hanno visto precipitare. In quel momento nessuno stava lavorando vicino a lui, ognuno si stava occupando di una mansione in altri punti del cantiere.  L’area è stata posta sotto sequestro e il corpo dell’uomo è stato ricomposto nell’obitorio del San Timoteo dove è stato sopposto già a una prima ispezione. Dalle prime testimonianze e dai primi riscontri dei carabinieri l’uomo indossava regolarmente i dispositivi di protezione. Se però l’imbracatura di sicurezza fosse allacciata oppure o no, e se non abbia funzionato bene saranno le indagini ad accertarlo. L’uomo lavorava per una ditta della provincia di Fermo che aveva preso in subappalto i lavori da Austostrade per l’Italia.

Potrebbe interessanti anche:

Poggio Sannita appare tra le pagine della Settimana Enigmistica

È con grande sorpresa che alcuni cittadini altomolisani su Facebook hanno posto all’…