Home Apertura Michele Iorio: “Al Cardarelli di Campobasso non esiste più la rianimazione per i pazienti no Covid”
Apertura - Attualità - Evidenza - Politica - 14 Aprile 2021

Michele Iorio: “Al Cardarelli di Campobasso non esiste più la rianimazione per i pazienti no Covid”

A parte una foto che le ritrae insieme al presidente della Regione, Donato Toma, del neo commissario ad acta alla Sanità, Flori Degrassi, e della sua vice, Anna Maria Tomasella, i cittadini molisani che da entrambe attendono un cambio di passo rispetto ai mille mali che affliggono il settore, non conoscono nemmeno la voce. Quello che si sa è che dopo aver incontrato, nell’ordine, il direttore generale della Salute della Regione, Lolita Gallo, e il governatore, le due hanno fatto il punto della situazione insieme al direttore generale dell’Asrem, Oreste Florenza. Oggi, entrambe, hanno preso parte alla loro prima cabina di regia sull’emergenza Covid, affrontando in particolare il tema della campagna vaccinale. Tema, quest’ultimo, che nella passata gestione era stato affidato alla vice di Giustini, Ida Grossi.Da quello che è trapelato, sarebbe la stessa Degrassi a volersi occupare in prima persona.

In attesa che loro parlino alla stampa e si presentino, doverosamente, ai molisani, oltre che agli interlocutori istituzionali, a parlare è il mondo della politica che, a sua volta, attende di incontrare Commissario e vice.

Dal PD, per bocca del consigliere e segretario regionale del partito, Vittorino Facciolla, arriva una proposta che risolverebbe alla radice il problema. “Proporremo in sede di bilancio – dice Facciolla – un ordine del giorno che punti all’azzeramento del debito sanitario”. “E’ questa la battaglia principale da fare” – dice Facciolla – che risolverebbe alla radice il problema del commissariamento”. Per il resto – continua – raccomanderò ai commissari di accelerare sulle vaccinazioni e potenziare la medicina sul territorio.

Per Michele Iorio due sono le priorità principali:

il raccordo dei commissari con il Consiglio regionale e la scelta, senza pregiudizi, della migliore opzione per il centro covid. Al Cardarelli di fatto, dice Iorio, non esiste più la rianimazione per i pazienti extra covid.

Sul fronte del Movimento 5 Stelle Andrea Greco insiste sulla riduzione del budget ai privati. Chiederò ai commissari – dice – di attenersi scrupolosamente a quanto prevede il loro decreto di nomina e quello della limitazione del budget dei privati, soprattutto per le distorsioni che si creano con l’extra, è un tema centrale per il riassetto del nostro sistema sanitario.

Potrebbe interessanti anche:

Festa della mamma 2021, il messaggio del Sindaco Daniele Saia

Nella giornata di oggi, 9 maggio 2021, si celebra la festa della mamma. In questa occasion…