Home Apertura Continua la campagna vaccinale, 900 circa le dosi di Johnson&Johnson destinate al Molise
Apertura - Cronaca - Evidenza - 13 Aprile 2021

Continua la campagna vaccinale, 900 circa le dosi di Johnson&Johnson destinate al Molise

900 circa le dosi del vaccino Johnson&Johnson destinate al Molise e il cui arrivo programmato per la metà del mese o comunque la prossima settimana. La casa farmaceutica Johnson&Johnson, nelle ultime ore, però, ha deciso di “ritardare proattivamente” la distribuzione del suo vaccino anti-Covid in Europa, dopo lo stop negli Stati Uniti, in seguito ai rari casi di coaguli di sangue in un ristretto numero di persone che lo hanno ricevuto. A Comunicarlo la stessa azienda. Il vaccino Johnson&Johnson doveva iniziare ad essere distribuito in Unione Europea questa settimana. 184mila le dosi per l’Italia arrivate a Pratica di Mare. Tra esse, dunque, anche le 900 dosi per il Molise. Allo sblocco della situazione, nella nostra regione a chi è destinato il vaccino Johnson&Johnson, monodose e con criteri di conservazione più agevoli? Tra le ipotesi su cui si lavora quella di utilizzarlo per gli over 60. Intanto i medici di base che hanno dato l’assenso potranno inziare a vaccinare dopo aver completato il corso, come da accordi, mettendosi così a disposizione nella campagna in atto. L’obiettivo è procedere con celerità e immunizzare il più alto numero di cittadini prima possibile.
Continuano le somministrazioni in Molise. “Fondamentale che arrivino le dosi – ha ribadito il Governatore Toma – perché i punti vaccinali ci sono”. In queste ore l’arrivo dello stock settimanale di Pfizer per continuare la vaccinazione dei soggetti fragili, degli ultimi ultraottantenni e di chi deve ricevere la dose a domicilio, con le squadre impegnate sul territorio, tra cui i militari inviati dal Commissario Figliuolo, che stanno operando in provincia di Isernia. Diverse le segnalazioni di persone fragili, ma anche di anziani impossibilitati a muoversi da casa, che attendono di essere vaccinati. In quest’ultimo caso c’è chi ci ha contattato raccontando di aver effettuato la prenotazione per i genitori 90enni lo scorso 11 febbraio e di non essere ancora stato chiamato.
Intanto al Palaunimol e alla Cittadella dell’Economia a Campobasso e all’Auditorium di Isernia, si continua a vaccinare con Astrazeneca.

Potrebbe interessanti anche:

Pubblicato il secondo libro degli Analecta Ecclesiae Triventinae di Padre Ernesto Della Corte

Pubblicato il secondo libro degli Analecta Ecclesiae Triventinae di Padre Ernesto Della Co…