“Ancor prima della pandemia, i dati Istat segnalavano una importante incidenza della povertà in Molise, pari al 15,7%. Una percentuale che si è incrementata con l’emergenza sanitaria tutt’ora in corso. Famiglie nella morsa delle difficoltà economiche e che, in questo periodo, più che mai, fanno fatica a sbarcare il lunario. È quindi fondamentale adottare misure che le agevolino, guardando, tra tutto, anche al trasporto pubblico locale”. E’ quanto sostiene la Consigliera regionale di Fratelli d’Italia Aida Romagnuolo.
“In altre regioni – ha sottolineato – già da tempo sono in vigore provvedimenti che istituiscono tariffe agevolate proprio per i servizi di trasporto pubblico locale, in particolare a favore di utenti con ISEE inferiore ad un dato valore. Per contrastare i danni dell’emergenza sanitaria, poi, sono state deliberate ulteriori agevolazioni tariffarie, sia per gli abbonamenti che per i biglietti di viaggio quotidiani, indipendentemente dalla categoria di individui. In Molise, il trasporto pubblico è utilizzato soprattutto da studenti, lavoratori pendolari e famiglie che non possono utilizzare la propria auto, spesso perché sprovviste. Tali provvedimenti, quindi, potrebbero rappresentare un aiuto concreto ed immediato, contenendo il rischio di una nuova frattura sociale”.
A tal proposito, la consigliera Romagnuolo ha deciso di presentare una mozione impegnando il presidente della Giunta Regionale e l’assessore competente ad attivarsi, con la massima urgenza, per procedere all’applicazione delle agevolazioni tariffarie con la riduzione del 20% dei biglietti di viaggio quotidiani e in abbonamento per tutti gli utenti che usufruiscono del trasporto pubblico locale in Molise.

Potrebbe interessanti anche:

Covid: 27 nuovi positivi e 19 guariti. al via prenotazioni terze dosi per chi ha da 18 anni in su

Sono 917 i tamponi refertati, da cui sono emersi 27 nuovi positivi. Torna a salire il nume…