Home Cultura Esploriamo i borghi del Molise: Mafalda
Cultura - Evidenza - Travel - 4 Aprile 2021

Esploriamo i borghi del Molise: Mafalda

Un viaggio alla scoperta delle bellezze e del patrimonio culturale di Mafalda

di LIA MONTEREALE

Il nostro viaggio di oggi ci porta a Mafalda, comune in provincia di Campobasso.
Quali sono le origini del suo nome? L’antico nome era “Ripalta sul Trigno” (Ripa alta). La ragione di tale scelta, probabilmente, era dovuta alla sua posizione su di un colle a circa 436 metri di altezza in prossimità del fiume Trigno. Nel 1903, il Comune cambiò il proprio nome originario di “Ripalta sul Trigno” in quello attuale di Mafalda. La scelta voleva rendere omaggio alla principessa Mafalda, figlia di Vittorio Emanuele III, nata a Roma un anno prima, il 19 novembre 1902.
Per quanto riguarda la morfologia del territorio, l’elevato tasso di biodiversità ambientale rende Mafalda un posto di notevole interesse ambientale e naturalistico. Sono inoltre presenti vaste zone boschive e splendidi e suggestivi belvedere.
Tra le manifestazioni, ricordiamo il  Carnevale, la Festa della Madonna di Fatima il 12 Maggio, la Festa di San Nicola il 13 Maggio, la Festa di Santa Lucia nell’ ultimo venerdì di Maggio, la Festa di Sant’Antonio di Padova il 13 Giugno, etc.
All’interno della tradizione enogastronomica di Mafalda sono ricomprese le pallotte casce e ove, il baccalà con la pastella  e la ventricina.
Per informazioni: Comune di Mafalda

Potrebbe interessanti anche:

Montenero come Miami Beach: alberghi, ristoranti, ville per 3 miliardi di euro

4 alberghi, 200 ristoranti, 18 lidi e grattacieli da 25 piani. La costa di Montenero di Bi…