I carabinieri della Compagnia di Isernia, nell’ambito dei servizi giornalieri diretti ad esercitare un attento controllo del territorio, continuano ad eseguire anche mirate verifiche afferenti il puntuale rispetto delle disposizioni anti COVID-19, il corretto uso delle mascherine, divieto di assembramenti e spostamenti, limitazioni ai gestori degli esercizi pubblici, nell’ambito delle disposizioni impartite dalla Prefettura di Isernia.

In particolare, nella decorsa notte, una gazzella della Sezione Radiomobile della Compagnia di Isernia, ha imposto l’alt ad un’autovettura mentre percorreva una via del capoluogo pentro il cui conducente, anziché arrestare il mezzo accelerava repentinamente nel tentativo di sottrarsi al controllo.

Prontamente inseguito dall’equipaggio, veniva immediatamente bloccato alchè, manifestando evidenti sintomi di ebrezza alcolica, inveiva contro i militari, opponendo categorico rifiuto di sottoporsi ad accertamento alcolimetrico.

A questo punto il conducente, un cittadino isernino 36enne veniva condotto presso gli uffici del Comando Provinciale dove risultava positivo al predetto test con un tasso alcolemico di 1,88 g/l.

A conclusione degli accertamenti, il predetto veniva quindi denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per resistenza a pubblico ufficiale e guida in stato di ebrezza alcolica. Nei suoi confronti si procedeva altresì al ritiro della patente di guida ed alla contestazione della sanzione amministrativa per violazione della normativa anti-covid, in misura raddoppiata poichè commessa con l’utilizzo dell’autovettura.

L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Isernia rimane alta e costante sull’intero territorio di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime aspettative di ordine e sicurezza pubblica dei cittadini e di contrasto verso i comportamenti illegali e che potrebbero determinare eventi gravi per la salute anche di ignari passanti.

 

Isernia, 03.04.2021.

Potrebbe interessanti anche:

Sanità, sulle partite iva scede in campo la Fials: “Intervenga il Parlamento”, chiede il sindacato

Il tema delle assunzioni rappresenta la questione centrale del sistema sanitario regionale…