Home Attualità Raddoppio ferroviario: dopo il commissariamento arriva l’ok sul parere ambientale
Attualità - Cronaca - Evidenza - Termoli - 31 Marzo 2021

Raddoppio ferroviario: dopo il commissariamento arriva l’ok sul parere ambientale

Via libera al progetto definitivo per il raddoppio del binario unico nel tratto Termoli-Lesina della linea ferroviaria adriatica Bologna-Lecce. Il ministero dell’Ambiente ha raccolto il parere favorevole dalla Commissione tecnica di Via e del Ministero della Cultura rispetto alle modifiche presentate da Rete Ferroviaria Italiana nei mesi scorsi. Si tratta della compatibilità ambientale sulla cosiddetta “Variante Molise”, ossia il percorso da Termoli sud a Campomarino, che era stato modificato e spostato verso l’interno, “salvando” in un certo senso la costa. Il nuovo tracciato affiancherà quello dell’autostrada A14. Dell’opera se ne parla dal 2001 e il secondo binario da aggiungere a quello unico sui 32 chilometri tra Molise e Puglia consentirà collegamenti più veloci di passeggeri e merci tra il Nord e le regioni centro-meridionali. Negli anni il progetto ha subito diversi stop e richieste di modifiche, tra cui quelle di cambiare il piano di contenimento acustico che prevede su via Corsica a Termoli barriere antirumore alte 7 metri, che avrebbero un forte impatto ambientale. Alle osservazioni del comitato ‘Cittadini in rete’ si erano associati anche il Comune di Termoli e l’azienda autonoma di soggiorno e turismo. Al momento il parere tecnico non è stato ancora pubblicato e dunque non si sa se le osservazioni sono state accolte. L’ok al progetto era comunque nell’aria perché come spiegato dalla presidente del Comitato Carmela Sica, due giorni prima delle dimissioni l’ex premier Giuseppe Conte aveva commissariato la tratta scegliendo come commissario un dipendente dell’area investimenti di Rfi, senza tener conto però che proprio Rfi era la controparte in Commissione Ambiente. La tanto attesa opera promette di garantire maggiore capacità e regolarità del traffico ferroviario. I lavori del primo lotto Ripalta – Lesina sono stati già appaltati e i cantieri partiranno entro il 2021, l’investimento complessivo è di 700 milioni di euro.

Potrebbe interessanti anche:

Festa della mamma 2021, il messaggio del Sindaco Daniele Saia

Nella giornata di oggi, 9 maggio 2021, si celebra la festa della mamma. In questa occasion…