Mettere in atto azioni efficaci in grado di scongiurare la diffusione del Covid all’interno del Palazzo di Giustizia di Isernia. Per questo motivo sono state prorogate fino al prossimo 10 aprile le misure di sicurezza previste dal protocollo e contenute nel verbale della Conferenza permanente presieduta dal presidente del Tribunale Vincenzo Di Giacomo.

“La opportunità di mantenere le misure organizzative in atto – si legge nel documento – si impone anche in considerazione delle recenti notizie che vorrebbero prorogata al 31 luglio la legislazione di emergenza per il settore giustizia, donde la necessità di ricalibrare a breve le misure sulle nuove disposposizioni normative”.

La Conferenza permanente ha quindi ritenuto necessario proprogare tali misure fino a sabato 10 aprile “visto che per la giornata del 6 aprile risulta già convocata la riunione tra magistrati del Tribunale, magistrati della Procura e organismi rappresentativi, al fine di una più ampia e condivisa valutazione delle misure da adottare”.

Pertanto, fino al 10 aprile annuncia Di Giacomo “trovano applicazione le disposizioni contenute nel verbale del 15 marzo, con un’unica integrazione, da valere sia per i giudizi civili che penali, e cioè che il differimento delle udienze, per le quali non sia possibile la trattazione in presenza, avverrà in data successiva al 30 aprile 2021”.

Potrebbe interessanti anche:

A Castel del Giudice con Marina Spadafora ambasciatrice mondiale della moda sostenibile

La sostenibilità è uno dei temi che maggiormente vengono dibattuti soprattutto dopo il G20…