Ricorre oggi, 18 marzo 2021, la prima Giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid-19, che da oltre un anno imperversa nelle nostre vite.

A dedicare un messaggio alla ricorrenza anche Daniele Saia, Sindaco di Agnone, il quale ha ribadito che la fiamma della speranza in ognuno di noi non si è ancora spenta: “Un anno fa, la visione della foto dei carri militari che trasportavano centinaia di bare da Bergamo ha sconvolto e terrorizzato le nostre vite. Un anno fa, in questa giornata, abbiamo preso contezza della brutalità di quello che ormai da mesi è il nostro nemico giurato, il Covid-19.

Proprio per questi motivi, la giornata odierna, 18 marzo 2021, è stata scelta come Giornata nazionale in memoria delle vittime del Coronavirus. La terribile malattia non ha risparmiato nemmeno Agnone, il nostro piccolo pezzo di paradiso. Un vento gelido si è abbattuto duramente sulle nostre case, su molti dei nostri parenti e amici.

Agnone, infatti, ha pagato a duro prezzo la discesa in campo nella lotta contro la pandemia; alcuni nostri concittadini hanno dovuto scontrarsi con un mostro troppo forte che ha strappato via la loro vita. Ed è proprio a loro che va il ricordo sentito da parte di tutta l’Amministrazione, un abbraccio caloroso che travalica le barriere dell’esistenza.

E il vento gelido ha continuato e continua ancora a soffiare, continua ancora oggi a sferzare tra le strade e tra le persone. Mi piace pensare, però, che il vento che ha causato tempesta in questi mesi non sia ancora riuscito a spegnere la fiamma che è in ognuno di noi. Quella fiamma che, forse sì, si è piegata e ha perso vigore nel suo bagliore, ma che è ancora viva e calda nei nostri animi. Ed è con quella lingua di fuoco che dobbiamo guardare al futuro, per tornare un giorno a riunire le fiamme e creare un grande falò; un falò di fratellanza, amore e rinascita.”

Potrebbe interessanti anche:

Sanità, sulle partite iva scede in campo la Fials: “Intervenga il Parlamento”, chiede il sindacato

Il tema delle assunzioni rappresenta la questione centrale del sistema sanitario regionale…