“La materia e’ molto complessa e io devo produrre molti documenti di carattere amministrativo sugli ultimi due anni. Serve tempo per prepararli, devo andare a rivedere un po’ di cose”. Cosi’ l’ex commissario alla sanita’ del Molise Angelo Giustini, indagato per abuso d’ufficio e omissione di atti d’ufficio in merito alla gestione dell’emergenza covid, commenta la sua decisione di avvalersi della facolta’ di non rispondere nell’interrogatorio in Procura a Campobasso che si è tenuto ieri mattina.

Potrebbe interessanti anche:

Isernia, strisce blu: il Tribunale respinge le richieste delle A.J. Mobilità

Respinto il ricorso con cui la ditta che gestisce i parcheggi a pagamento a Isernia intend…