Accompagnato dai suoi avvocati Danilo Leva e Giuseppe Stellato, l’ex commissario alla sanità del Molise Angelo Giustini è arrivato al palazzo di Giustizia di Campobasso poco prima delle dieci ed è uscito mezzora dopo. Davanti al procuratore Nicola D’Angelo il generale ha scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere. I suoi legali hanno preannunciato che nei prossimi giorni depositeranno una memoria difensiva. Giustini, come è noto, si è dimesso venerdi’ scorso dal suo incarico dopo essere stato iscritto sul registro degli indagati dalla Procura con le accuse di abuso d’ufficio e omissione di atti d’ufficio in merito alla gestione dell’emergenza Covid.

“Ci siamo avvalsi della facoltà di non rispondere – ha spiegato l’avvocato Danilo Leva – perché crediamo che la complessità dell’imputazione provvisoria meriti un approfondimento vero da parte nostra. Leggendo le accuse a me pare che siam di fronte a condotte non penalmente rilevanti. Su questo siamo molto sereni, ma c’è bisogno di approfondire tutti i diversi passaggi”.

Potrebbe interessanti anche:

Covid: un decesso e 134 nuovi positivi. Appello Asrem per IV dose

L’ultimo bollettino Asrem con i dati Covid. Si registra ancora un decesso: una donna…