Latino e greco per il Liceo Classico, matematica e fisica per il Liceo Scientifico, lingua straniera 1 e lingua straniera 3 per il Liceo Linguistico. E ancora, Scienze umane per il Liceo delle Scienze umane, Discipline pittoriche per il Liceo Artistico, Economia aziendale per l’Istituto tecnico indirizzo Amministrazione, finanza e marketing, Progettazione multimediale e Laboratori tecnici per l’Istituto tecnico settore tecnologico, Laboratorio di servizi di accoglienza turistica e Diritto e tecniche amministrative della struttura ricettiva per l’Istituto professionale indirizzo Servizi per l’enogastronomia. Gli esami di maturità in tempo di covid si modificano, per forza di cose. Saranno solo orali, in presenza, tranne aggravarsi dell’epidemia, e si terranno a giugno. A confermarlo, il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, che ha firmato le ordinanze sugli esami di stato del primo e del secondo ciclo e sulle modalità di nomina e costituzione delle Commissioni. L’esame conclusivo del primo ciclo- si legge nel documento- si svolgerà nel periodo compreso tra il termine delle lezioni e il 30 giugno e prevede la discussione di un elaborato su un tema che sarà assegnato a ciascuno studente dal Consiglio di classe entro il prossimo 7 maggio. L’elaborato dovrà poi essere riconsegnato dagli alunni al Consiglio di classe entro il successivo 7 giugno. Potrà essere un testo scritto o una presentazione multimediale, un filmato, una produzione artistica o tecnico-pratica e coinvolgerà una o più discipline tra quelle previste dal piano di studi. Gli esami del secondo ciclo avranno inizio il 16 giugno alle ore 8.30 e partiranno dalla discussione di un elaborato, l’argomento sarà assegnato a ciascuna studentessa e a ciascuno studente dai consigli di classe entro il 30 aprile e andrà consegnato al consiglio di classe entro il 31 maggio. Ciascuno studente potrà contare sul supporto di un docente. L’elaborato sarà assegnato sulla base del percorso svolto e delle discipline caratterizzanti l’indirizzo di studi. Dopo la discussione dell’elaborato, il colloquio proseguirà con la discussione di un testo già oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di Lingua e letteratura italiana con l’analisi di materiali (un testo, un documento, un’esperienza, un problema, un progetto) predisposti dalla commissione con trattazione di concettii caratterizzanti le diverse discipline, e il candidato dovrà anche dimostrare di aver maturato competenze di Educazione civica. La durata indicativa del colloquio sarà di 60 minuti. Il numero di candidati non potrà essere superiore a 5 per giornata; l’ordine di convocazione sarà secondo la lettera alfabetica stabilita in base al sorteggio dalle singole commissioni.

Potrebbe interessanti anche:

Larino, un progetto di circa 3 milioni e 360mila euro per ampliare il cimitero e realizzare un forno crematorio. Nola, M5S :”L’iniziativa non è stata concertata con i cittadini.”

Il primo forno crematorio del Molise potrebbe essere realizzato a Larino: la proposta è st…