Cristian Leonardo Di Pietro
Home Provincia di Isernia Agnone Ad Agnone si rinnova il direttivo del Centro Studi Alto Molise

Ad Agnone si rinnova il direttivo del Centro Studi Alto Molise

Sabato 27 febbraio 2021, tramite una riunione online, i soci del Centro Studi Alto Molise “Luigi Gamberale” hanno rinnovato il Consiglio Direttivo.

Da anni faro di iniziative culturali per i centri altomolisani, il CSAM, dopo aver ridotto all’osso il calendario eventi a causa della pandemia, è pronto ad inaugurare il 2021 con uno spirito di rinascita nell’ottica di una promozione territoriale sempre più ampia e proficua.

Nel nuovo Consiglio Direttivo eletto si riscontrano i tratti di freschezza con i quali il Centro Studi intende guardare al prossimo futuro. Infatti, il neo-eletto Presidente è Cristian Leonardo Di Pietro, 32enne di Agnone laureando Lettere Classiche.

A completamento della rosa del direttivo, inoltre, sono stati eletti il Vicepresidente Giovanni Giaccio, il Segretario Marcella Amicone, il Tesoriere Saverio La Gamba e i Consiglieri Silvia Di Menna, Paolo Bartolomeo e Fabrizio Meo.

Il Presidente Di Pietro si è mostrato entusiasta per l’inizio del nuovo percorso: “È un grande onore e, credetemi, l’emozione a momenti mi toglie le parole, raccogliere il testimone e rappresentare un’associazione che negli anni si è sempre impegnata a promuovere la cultura a trecentosessanta gradi, in una realtà difficile quale la nostra. Siamo ansiosi, tutti insieme, di metterci all’opera e continuare lo splendido lavoro svolto negli anni, promuovendo, non appena sarà possibile, eventi utili alla valorizzazione del nostro meraviglioso territorio.

Gli ingredienti ci sono tutti: l’esperienza di due figure storiche come Marcella Amicone e Saverio La Gamba e la freschezza delle nuove leve, me stesso, Giovanni, Fabrizio e Silvia, insieme alla preziosa collaborazione del direttivo uscente e di tutti i soci. Il nostro impegno perciò sarà quello di ripartire da dove il CSAM è stato costretto a fermarsi per la pandemia, in continuità con la linea tenuta finora, nonché di impegnarci per il parco letterario e, non ultimo, lo studio di nuove idee a livello locale volte a rimettere Agnone e l’Alto Molise al centro del panorama culturale e turistico della zona.”

Potrebbe interessanti anche:

Montenero come Miami Beach: alberghi, ristoranti, ville per 3 miliardi di euro

4 alberghi, 200 ristoranti, 18 lidi e grattacieli da 25 piani. La costa di Montenero di Bi…