Home Sport Calcio, Serie D, domenica molisane in campo per la prima di ritorno
Sport - 19 Febbraio 2021

Calcio, Serie D, domenica molisane in campo per la prima di ritorno

I lupi cercano il riscatto dopo la batosta di Tolentino

Tutto pronto o quasi per l’inizio del girone di ritorno: quasi perche il Pineto fa registrare un numero elevato di contagiati in rosa. Da questo fatto nasce la decisione di rinviare San Nicolò Notaresco – Pineto di domenica prossima, ma anche Pineto – Castelnuovo di mercoledi. Si vocifera possa essere in dubbio anche Vastogirardi – Pineto della terza di ritorno.

Stop per il Pineto

Il Campobasso intende dare una risposta forte rispetto al raffreddore di Tolentino. Può essere stata la partita sbagliata in senso assoluto? Lo dirà solo Selvapiana domenica prossima dalle 14:30. Ad onore del vero, nel corso della gestione Cudini che va avanti da due anni a questa parte, va detto che raramente si erano viste simili sconfitte e prestazioni altrettanto modeste. Nel grigiore campobassano potrebbe comunque consolare la produzione offensiva che nella giornata più nera è stata notevole: vedi una traversa ed un palo. Ma se poi si realizza che alcune occasioni sono state fallite in maniera macroscopica, allora le riflessioni aumentano. Il Campobasso è e rimane una squadra forte che, tuttavia, ha fallito un recupero. Di fronte c’era un Tolentino che ha fatto la gara perfetta, ma che aveva anche memoria lunga: più di qualcuno a fine gara di mercoledi ha espresso una soddisfazione particolare pure alla luce del 4-0 di selva piana del Campobasso ai danni dei marchigiani di un anno fa. Contro l’Aprilia mancherà lo squalificato Menna. Molto probabile che venga impiegato Sbardella al fianco di Dalmazzi. Davvero molto apprezzato anche dalla società rossoblu lo striscione esposto dai tifosi verso la squadra al rientro da Tolentino. Un messaggio di grande distensione ed incoraggiamento in vista del prosieguo del campionato.

Cogliati

Battuta d’arresto non prevista per il Vastogirardi, ma merito anche all’Fc Matese che dimostra di essere in buona forma nonostante i quaranta giorni di fermo. Per gli alto molisani primo ko al Di Tella dove domenica giungerà il Giulianova. Prosperi predica calma dopo la sconfitta interna contro i casertani. Per il tecnico una sconfitta ci può stare in un percorso di crescita di un organico giovane e che ha comunque ventiquattro punti. In ogni caso, il Vastogirardi ci tiene a battere il Giualianova. La classifica rimane buona, ma dalla retrovie stanno provando a risalire con aggressività sia il Montegiorgio che viene da due vittorie consecutive che la stessa Aprilia a ventuno. Il giudice sportivo ha comminato una multa di 600 euro al Vastogirardi “per avere”, dice il comunicato, “due persone non identificate e indebitamente presenti nello spazio antistante gli spogliatoi rivolto frasi offensive e lanciato palle di neve all’indirizzo della panchina avversaria”.

A questo proposito diamo lettura di alcune parti piu rilevanti a di un comunicato a firma del presidente del Vastogirardi, Andrea di Lucente:  “A noi fa sorridere, spero che i nostri avversari abbiano avuto la stessa reazione. Essere multati per delle palle di neve sembra più la punizione che una mamma assegna ad un bambino, piuttosto che quella di un giudice sportivo ad una squadra di calcio. La multa da 600 euro la paghiamo, com’è giusto che sia, nel rispetto delle decisioni di un’autorità che tutti noi riconosciamo. La paghiamo anche come segno di riguardo nei confronti dell’avversario di mercoledi scorso. Ciò che stigmatizziamo sono sicuramente le false accuse di aver aggredito (sia fisicamente che verbalmente) i dirigenti o i calciatori del Matese. Non c’è nulla di più falso di queste voci che hanno invece inquinato una partita improntata sempre al rispetto reciproco. Abbiamo gradito la smentita che i dirigenti avversari hanno già provveduto a diramare e ci associamo a loro, per ristabilire la verità. Ai nostri amici del Matese ricordiamo che sono sempre i benvenuti a Vastogirardi. E, visto che di neve ce n’è ancora tanta, possiamo organizzare una vera battaglia a palle di neve. Che tornare un po’ bambini, in questi tempi duri, ci farebbe soltanto bene”.

L’Fc Matese ha realizzato il secondo successo esterno. Il primo risaliva all’esordio di campionato ad Agnone. Domenica ci sarà proprio Fc Matese – Agnonese. Urbano aveva studiato bene l’avversario ed era consapevole che il Vastogirardi avrebbe potuto offrire degli spazi così come è accaduto al gol di Ricci, entrato al posto di Felici. Per il Matese quattordici punti in tredici partita sono una media di poco superiore ad un punto a gara e che, se migliorata leggermente, potrebbe portare l’Fc Matese all’obiettivo salvezza. Per domenica Urbano non potrà contare sugli squalificati Ricci e Galesio, sicuramente due assenze di un certo peso.

L’Olimpia Agnonese si appresta proprio alla vicina trasferta di Piedimonte Matese e lo fa con l’intenzione di non alzare assolutamente bandiera bianca. Tutt’altro. La società continua ad essere vigile sul mercato che rimarrà aperto da oggi ad una settimana: sono, infatti, a disposizione di Liguori l’ala destra classe ‘95 Jacopo Ferri, il difensore centrale Nikolopuolos, classe 99 ed il laterale basso mancino classe ‘97, Barbato. Un altro acquisto di giocatori che, insieme a quelli della scorsa settimana, supera la decina di ingaggi in pochissimi giorni. Una dimostrazione di forza da parte della società granata al cospetto di una classifica grave. Il nuovo presidente in casa Agnone è l’agnonese doc Mario Russo già nell’orbita della società precedente nelle vesti di collaboratore.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, Serie D, due rinvii nel girone F. Il punto sulla 25esima giornata

La giornata numero venticinque potrebbe essere condizionata anche dalle squalifiche: ben d…