La giunta regionale stanzia 2 milioni di euro per l’area industriale di Trivento. La soddisfazione dell’amministrazione comunale. A comunicare l’importante finanziamento è il primo cittadino Pasquale Corallo dopo che l’esecutivo regionale di Palazzo Vitale ha ufficialmente stanziato 2.037.450,00 euro per la zona industriale di Piana d’Ischia. “Noi crediamo nella nostra zona industriale – ha affermato il sindaco Corallo – dopo tutte le ultime vicende note, ora torna a noi la gestione, considerato che il Comune di Trivento è stato individuato come Ente attuatore per la messa in opera dei diversi interventi programmati. Insieme all’assessore comunale con delega ai Lavori Pubblici, Angelo Lomastro, abbiamo presentato una richiesta tecnica circostanziata e approvata dalla Giunta regionale. Gli interventi interesseranno il depuratore, la viabilità dell’area, la rete idrica e fognaria, l’edificio ex Comunità Montana, che sarà convertito per la logistica dell’area di sviluppo. Abbiamo pensato anche all’impianto di illuminazione, alimentato da un impianto fotovoltaico al fine di abbattere i costi di gestione. Infine, avremo anche un terminal per gli autobus di linea, per studenti e lavoratori, che dovranno raggiungere anche luoghi fuori regione. In programma ci sono tante migliorie – continua Corallo – e il tutto, ripeto, sarà gestito dal Comune di Trivento quale Ente attuatore, con le sue risorse umane iniziando dal segretario e tutta la struttura che ha sempre dimostrato di essere all’altezza della situazione, anche in situazioni di emergenza come quella che stiamo vivendo da un anno a questa parte. Mi sento di ringraziare il Presidente Donato Toma e l’assessore regionale Vincenzo Cotugno, per aver condiviso il nostro programma: le nostre lettere danno i loro frutti attesi, checché se ne dica. Ringrazio l’assessore comunale al ramo nonché tecnico, Angelo Lomastro, e tutto il nostro gruppo politico. Noi crediamo fermamente nel rilancio di Piana d’Ischia – conclude Corallo – per la sua posizione strategica a livello regionale e nel Centro Italia, con questi interventi la renderemo ancora più appetibile, con l’auspicio di calamitare progetti e proposte di sviluppo, oltre che migliorare i servizi per le realtà imprenditoriali già presenti. Siamo consapevoli che per questa area passi la ripartenza della nostra Trivento”.

Potrebbe interessanti anche:

Sanità, sulle partite iva scede in campo la Fials: “Intervenga il Parlamento”, chiede il sindacato

Il tema delle assunzioni rappresenta la questione centrale del sistema sanitario regionale…