Un unico obiettivo: la vittoria. Oggi alle ore 16 il Cln Cus Molise affronta in casa il Castelfidardo ed è chiamato a mettersi alle spalle le tre sconfitte consecutive che hanno rallentato la corsa dei rossoblù. La stagione dei ragazzi guidati da mister Sanginario resta comunque straordinaria con un secondo posto a quota ventiquattro punti con una gara ancora da recuperare che all’inizio della stagione era inimmaginabile, capitan Di Stefano e compagni sono chiamati a riprendere la marcia contro un avversario che dal canto suo è a caccia di punti salvezza e arriverà a Campobasso per vendere cara la pelle. All’appello mancherà Matheus Barichello, alle prese con un problema fisico che non gli permetterà di essere della partita. Tutti gli altri elementi della rosa saranno a disposizione del tecnico per un match da portare a casa. “Purtroppo siamo in un periodo nel quale i risultati non arrivano – sottolinea Sanginario – a Lucrezia abbiamo fatto una pessima partita, contro il Cassano abbiamo ritrovato parzialmente il nostro gioco. E’ un momento nel quale le gambe non girano bene, l’infermeria è piena peró dobbiamo tornare assolutamente ai tre punti. Sappiamo che non sarà semplice perché il Castelfidardo nelle ultime partite ad Ortona e in casa contro il Giovinazzo ha fatto molto bene.  Ha una rosa nella quale sono stati inseriti degli elementi nuovi e quindi, come ogni sabato, dovremo affrontare un’altra battaglia con la speranza di conquistare l’intera posta in palio”.


Faceva riferimento all’infermeria. Com’è la situazione soprattutto relativa alle condizioni di Barichello? 
“Credo dovrà stare fermo ancora un po’ anche se sta cominciando a riprendere confidenza con il pallone. Ma le problematiche sono di carattere generale, non è solo quella di Barichello che mi preoccupa. E’ un periodo un po’ particolare ma sappiamo che nell’arco di una stagione questi momenti ci sono. Siamo stati bravi a fare legna per l’inverno quando eravamo al completo e le gambe giravano bene, adesso siamo incudine e dovremo parare i colpi fino a quando non torneremo ad essere martello”.

Dopo Castelfidardo ci saranno in serie tante altre gare importanti per la vostra stagione. Anche per questo è importante fare bottino pieno domani “Bisogna guardare una gara per volta, come siamo abituati a fare. Adesso rimaniamo concentrati sapendo che poi ci aspettano tutte gare determinanti così come è quella contro il Castelfidardo”.


Bisognerà scendere in campo con il piglio giusto che è mancato a Lucrezia ma c’è stato, anche se in parte, contro il Cassano.

Contro il Cassano, al di là di qualche errore del singolo, la nostra è stata un’ottima prestazione al cospetto di una squadra quadrata e ben messa in campo, con tante individualità importanti. Mi tengo stretta l’ultima prestazione perché i ragazzi hanno giocato e sono arrivati alla conclusione più di una volta. Non abbiamo da rimpiangere nulla, a differenza di Lucrezia dove non siamo scesi in campo. Contro il Cassano la crescita, a livello di gioco e mentale c’è stata”.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, morto un 84enne ricoverato e 33 nuovi positivi

Una nuova vittima per Covid in Molise, stando all’ultimo bollettino dell’Asrem…