Prima l’acqua ai molisani. E’ il risultato della mozione approvata con voto unanime dal consiglio regionale sulla gestione e l’utilizzo dei laghi di Guardialfiera e Occhito.
La mozione, presentata dalla capogruppo del Pd Micaela Fanelli, sottoscritta anche dall’altro componente dem Facciolla, dai cinque stelle Manzo e Primiani, dal consigliere Iorio e dall’assessore Niro, impegna il presidente Toma a definire un piano acque regionale, garantendo che l’erogazione avvenga prima per i bisogni civili e produttivi del Molise e che nessuna altra erogazione verso altre regioni possa essere fatta se non risulti l’assoluta certezza del soddisfacimento del fabbisogno regionale.
Nessun litro di acqua del Molise – ha commentato Micaela Fanelli – potrà andare fuori regione, se prima non saranno soddisfatte le nostre esigenze civili, industriali e agricole.
L’iniziativa stoppa in qualche modo anche il tentativo della Puglia di costruire l’adduttore con la diga del Liscione, per attingere acqua in favore della Capitanata.
Inoltre, l’aula ha dato mandato al Governatore di verificare se gli accordi stipulati con la Regione Puglia nel 1979 siano stati messi in pratica e rispettati. L’intenzione è quella di definire un programma atteso da oltre 30 anni, ma anche compensare il mancato utilizzo dell’acqua di Occhito da parte del Molise e il mancato introito che ne è derivato per arrivare eventualmente alla stipula di un nuovo accordo. Solo dopo, prevede la mozione, si potranno servire altri territori e comunque garantendo al Molise un equo compenso.
“La mozione approvata – ha aggiunto l’esponente del Pd – fissa anche il principio di riportare in Consiglio Regionale la programmazione idrica. Vigileremo – ha concluso Micaela Fanelli – perché questo proposito venga attuato e manterremo alta la guardia verso ogni tentativo di bypassare questa storica decisione a tutela della nostra acqua”.

Potrebbe interessanti anche:

Inclusione, iniziativa Associazione persone down e Dynamo Camp a Campobasso

L’inclusione rende il mondo più colorato e un mondo colorato è più bello. Un concett…