Il Campobasso coglie la quarta vittoria consecutiva a Fiuggi su un campo reso un vero pantano dalla pioggia. La gara racconta del ritorno al gol di Cogliati, ma anche di una squadra capace di colpire nel momento opportuno e di soffrire al punto giusto. Grossa prova di maturità superata dalla squadra di Cudini a Fiuggi, senza Esposito squalificato. Dirige il signor Arcidiacono di Acireale. Già dopo due minuti gli arancioni di Cudini vogliono un penalty: Frabotta entra duro su Cogliati, ma l’arbitro non ravvisa irregolarità. 13Esimo, il minuto del gol ospite: Candellori può avvitare dal vertice sinistro, Cogliati graffia al centro in maniera letale. Cogliati esclama Simone e mostra la maglia con il nome di Caricati a cui va la dedica per il gol. Il ragazzo si è infortunato il legamento del crociato e la squadra gli dimostra cosi la propria vicinanza.

Rossoblu avanti, mentre il Fiuggi decide di affidarsi al lancio palla e lunga e pedalare spesso partito dai piedi di Del Duca, uno degli ex di turno. Intorno al 16’ incursione di Frabotta che mette in mezzo dove Papaserio arriva in ritardo sulla sfera. Il Fiuggi regala a Piga un tempo da spettatore non pagante, mentre al 37’ sugli sviluppi di un calcio di punizione sono gli orange a sfiorare il raddoppio con una traversa di Vanzan dal limite e con il destro, suo piede non naturale. Sfortunato il tre di Cudini. Partita con tanti episodi da moviola come quello del 43’30” quando in area Bontà affronta Cifarelli in un duello aereo. Non c’è nulla di irregolare per l’arbitro di turno. Un solo minuto di recupero e tutti negli spogliatoi.

Nella ripresa: si gioca sotto la luce artificiale e la situazione campo sembra peggiorare. All’8’ il destro di Cifarelli chiama Piga al primo vero intervento del match. Il Fiuggi decide per le tre sostituzioni contestuali: dentro Atzeni, vice portiere classe 2002, Rizzitelli e Gaetani. Fuori il portiere Novi, Papaserio e Foglia.

Il Fiuggi trarrà giovamento da questa rivoluzione di pedine, mentre il Campobasso che lotta tantissimo nel fango di Fiuggi potrebbe mettere la parola fine al match al 20’ quando Fabriani è bravo a condurre il pallone e smistarlo per Cogliati che in area conferma le sue doti da cecchino trafiggendo Atzeni. È il raddoppio per i ragazzi di Cudini che provvede a far entrare Tenkorang in luogo di Di Domenicantonio rinunciando di fatto al tridente. Il Fiuggi prova a salire, ma il Campobasso si difende con grande tenacia. I frosinati chiedono due calci di rigore nello spazio di dieci minuti: prima al 22’ per un intervento di Brenci ai danni di Proia, ma si può proseguire. Al 32’ Cogliati in area si vede carambolare il pallone sul braccio. Il Fiuggi vuole la massima punizione, ma anche qui l’arbitro decide di sorvolare. Un minuto più tardi i laziali riaprono la partita: il traversone di Rizzitelli taglia l’area ospite, Gaetani è bravo a realizzare in spaccata con il mancino il gol dell’1-2. Il Campobasso resiste strenuamente, mentre il Fiuggi attacca e al 39’ potrebbe anche raggiungere un clamoroso 2-2 con il cross di Gaetani che fa fuori la difesa ospite e giunge a Tornatore che tira alto da ottima posizione. Corso il serio pericolo, il Campobasso continua a lottare e stringersi il prezioso 2-1 addosso. Cudini farà entrare anche Ladu al posto di Zammarchi. Dopo quattro minuti di recupero finisce con la vittoria dei rossoblu che salgono a quota trentatrè punti in classifica con due gare ancora da recuperare. A fine gara i festeggiamenti sono dedicati all’amico Caricati con gli auguri di pronta guarigione. Il Campobasso fornisce a tifosi e società l’ennesima prova di forza di questa stagione foriera di risultati positivi.

Potrebbe interessanti anche:

Kick Boxing: Cus Molise, trasferta in Norvegia per Amatuzio

Il Cus Molise vola in Norvegia con la specialità della kick boxing. A rappresentarlo cR…