I moduli saranno 3. Uno, rispettivamente, per gli ospedali di Campobasso, Isernia e Termoli; serviranno ad aumentare i posti di Terapia intensiva in Molise .

«A sinistra c’è un modulo di terapia intensiva. A destra un container. Che sono quei pratici contenitori che vengono imbarcati sulle navi per trasportare le merci. C’è differenza. Si vede a occhio nudo, ma se non dovesse essere così immediato da comprendere, allora lo specifichiamo. I moduli sono dotati di: alta tecnologia per la gestione dei pazienti; impianti specifici, anche a pressione negativa, quindi quelli per le malattie infettive; la presenza di gas medicali per i pazienti con problemi respiratori. La differenza c’è. Ed è sostanziale. Sono due nomi diversi perché sono due cose diverse. Va ribadito e sottolineato finché non sia chiaro a tutti.”

Così il direttore generale della Asrem, Florenzano, che evidentemente risponde con una vena polemica alle critiche che hanno accompagnato l’annuncio dell’arrivo anche in Molise di queste strutture sanitarie mobili.

Tutte le regioni – dice ancora il direttore generale – hanno scelto questa strategia per ampliare i posti di terapia intensiva degli ospedali.

I moduli saranno strutture solide, un’estensione dei presìdi sanitari.

L’Asrem, dunque, intende rispondere all’aumento dei numeri del contagio di questi giorni incrementando i posti letto. Soprattutto di terapia intensiva.

Potrebbe interessanti anche:

Olive taggiasche in salamoia, il top brand dell’agroalimentare ligure: il ricercatore di Trivento Gino Ciafardini nel team che rivoluzionerà il processo di conservazione

Olive taggiasche in salamoia, il top brand dell’agroalimentare ligure: il ricercatore di T…