Cinque tecnici inviati dal Ministro della Salute Roberto Speranza sono arrivati intorno alle 10, accompagnati dai carabinieri del Nas. L’ispezione è inziata dal pronto soccorso e dal reparto di emergenza, dove si trova l’area grigia e dove è stata allestita una zona con posti letto riservati ai pazienti affetti da Coronavirus e in attesa di trasferimento al Cardarelli di Campobasso. Il compito dei tecnici è quello di verificare il rispetto dei protocolli anti Covid e soprattutto la separazione dei percorsi. Dalla medicina d’urgenza si sono poi spostati negli altri reparti del San Timoteo per verificarne l’organizzazione. Gli ispettori hanno ascoltato medici e personale in servizio: la visita è durata un paio d’ore e nulla è trapelato sull’esito delle verifiche, anche se non sarebbe passata inosservata la carenza di personale. Lunghi silenzi e solo due parole: “nessuna dichiarazione” di fronte alle domande su eventuali criticità riscontrate al San Timoteo. Finita l’ispezione all’ospedale di Termoli i tecnici si sono diretti al Vietri di Larino, per visitare l’ospedale che oltre 100 sindaci del Molise e lo stesso commissario Angelo Giustini avrebbero voluto trasformare in centro Covid. Qui a differenza di Termoli dove non c’erano vertici dell’Asrem, erano presenti anche il direttore generale Oreste Florenzano, quello sanitario Virginia Scafarto, e c’era anche il direttore di distretto Giovanni Giorgetta. La delegazione del Ministero al suo arrivo al Vietri ha trovato anche il sindaco Pino Puchetti, che ha chiesto di poter partecipare all’ispezione in veste di autorità sanitaria locale, ma non è stato possibile.

Potrebbe interessanti anche:

Gianni Stinziani eroe civile insignito dal Presidente Mattarella, gli auguri del sindaco di Trivento, Pasquale Corallo

Gianni Stinziani eroe civile insignito del Presidente Mattarella, gli auguri del sindaco d…