Home agnone Agnone, storia a lieto fine per i pazienti del “Caracciolo”: ascensore ripristinato

Agnone, storia a lieto fine per i pazienti del “Caracciolo”: ascensore ripristinato

Dopo oltre un mese di disagi per gli utenti e per i pazienti, che dovevano raggiungere la Radiologia o il Laboratorio analisi dell’Ospedale Caracciolo di Agnone, finalmente arriva una buona notizia. L’unico ascensore a disposizione dell’utenza, che aveva creato con il suo malfunzionamento numerosi disservizi, è stato aggiustato. I pazienti, che per settimane erano stati costretti a salire a piedi, due, tre, quattro piani, finalmente vedranno il loro diritto alla salute ripristinato. Un guasto tecnico aveva infatti tenuto fermo l’ascensore, con le proteste del consigliere regionale Andrea Greco e le numerose rimostranze mediatiche di Nicola Di Filippo, il papà di un ragazzo disabile di Poggio Sannita che per ben due volte è stato costretto a prendere in braccio suo figlio Manuel, con difficoltà di deambulazione.

Sono mesi che l’ascensore aveva problemi. E’ il personale a farsi carico continuamente di tante inefficienze – ha commentato Enrica Sciullo, assessore alle politiche sociali del Comune di Agnone.

Numerose le sollecitazioni inviate alle autorità competenti da parte dell’amministrazione comunale di Agnone sulla necessità di ripristinare tutti i servizi dell’Ospedale Caracciolo, impedendo cosi l’esodo dei pazienti dell’alto Molise, costretti a raggiungere altre strutture o addirittura cliniche private. Esiste un’unica soluzione per il Sindaco Daniele Saia: “Attuare il piano operativo sanitario previsto nel POS 2015/2018”.

Potrebbe interessanti anche:

Festa della mamma, l’Azalea della ricerca arriva a Vastogirardi

Il prossimo 9 maggio si celebrerà la festa della mamma, giornata simbolo di gratitudine ne…