Home Attualità Evasione fiscale, maxi frode fiscale carosello nel settore hi-tech. Sequestri anche in Molise
Attualità - Cronaca - Evidenza - 21 Gennaio 2021

Evasione fiscale, maxi frode fiscale carosello nel settore hi-tech. Sequestri anche in Molise

Scoperto un sodalizio criminale che aveva ideato una complessa “frode carosello” mediante società cartiere nel settore della compravendita di prodotti informatici ed elettronici (smartphone, tablet, personal computer, console di gioco e sistemi di memorizzazione esterna), per evadere le imposte fiscali. Documentati dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, diretto dalla Procura, acquisti da fornitori con sede in Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Estonia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna ed Ungheria. Complessivamente sono state denunciati 19 persone, tra cui un imprenditore ed un commercialista partenopei, che risultano avere creato dal 2015 al 2018 un giro di fatture per operazioni inesistenti, in emissione ed utilizzo, per un ammontare superiore ai 200 milioni di euro. Dalle indagini è emerso come il libero professionista promotore della frode carosello si dedicasse anche ad indebite compensazioni di crediti inesistenti, che ammontavano a circa mezzo milione di euro e venivano effettuate attraverso modelli di pagamento F24 presentati direttamente in banca oppure utilizzando i servizi di home banking. Eseguiti, tra Campania, Lazio, Molise e Lombardia, sequestri di beni del valore di circa 16 milioni di euro. L’operazione è stata denominata “Gemma”.

Potrebbe interessanti anche:

Campomarino: salta il tampone per mancanza di personale Asrem, cittadini esasperati

Tra i paesi più colpiti dalla variante inglese c’è Campomarino, che finora ha pagato…