Home Apertura Centro Covid a Larino, Arcuri scrive a Giustini: non si può fare. Toma: la richiesta era tardiva. Intanto proseguono senza intoppi le vaccinazioni
Apertura - Evidenza - 20 Gennaio 2021

Centro Covid a Larino, Arcuri scrive a Giustini: non si può fare. Toma: la richiesta era tardiva. Intanto proseguono senza intoppi le vaccinazioni

Piena condivisione della linea dettata dalla Regione e dall’Asrem: sul centro Covid non si torna indietro. A dirlo, mettendo nero su bianco, è il commissario nazionale per la gestione Covid, Domenico Arcuri. Ha scritto una lettera indirizzata al commissario per la sanità molisana, Giustini, e per conoscenza al ministro Speranza e al presidente della Regione Toma. In sostanza Arcuri ha chiarito, una volta per tutte, che l’ospedale di Larino non potrà essere centro Covid, come chiesto invece da Giustini. Il percorso è stato avviato e prevede la realizzazione di una struttura dedicata ai malati Covid a Campobasso, nel padiglione attiguo al Cardarelli. “La richiesta di Giustini era tardiva – ha commentato il presidente della Regione Toma – Non sarebbe stato possibile emendare un piano firmato, tra l’altro proprio dallo stesso Giustini. Istituire il centro Covid a Larino avrebbe significato ricominciare tutto daccapo, impiegare ulteriori risorse e soprattutto avrebbe rallentato il processo di rafforzamento della rete ospedaliera – ha sottolineato il presidente della Regione – Arcuri ha tra l’altro annunciato l’invio, in Molise entro fine mese, di tre moduli, completamente attrezzati, con posti letto per terapia intensiva e sub intensiva a Campobasso, Termoli ed Isernia, oltre al personale sanitario che andrà ad affiancarsi a quello impegnato nelle strutture ospedaliere molisane – ha aggiunto il governatore che poi ha voluto anche rassicurare quanti temono uno stop nelle vaccinazioni a causa della riduzione delle forniture delle dosi decise unilateralmente dalla Pfizer. “Ne abbiamo parlato con il ministro Speranza col quale abbiamo fatto il punto della situazione. In Molise abbiamo le scorte necessarie per effettuare i richiami sui vaccinati dello scorso 27 dicembre. Non si registrano, al momento, criticità. Se poi, come è auspicabile, il 29 gennaio arriverà il via libera dell’Ema al vaccino AstraZeneca, partiremo con le vaccinazioni a tappeto”.
Intanto ad oggi le persone vaccinate in Molise sono 6530 sulle 11165 dosi disponibili.

Potrebbe interessanti anche:

Il Covid fa un’altra vittima: muore l’ex Sindaco di Pescopennataro

Il Covid continua ad abbattersi duramente sulle vite dei cittadini molisani. La recente im…