Recovery Plan, l’intervento di Stefano Buono, del Pd:

“L’opportunità che esiste grazie, purtroppo, anche alla crisi pandemica e quindi alla presenza di strumenti straordinari in termini di programmazione amministrativa e di dotazione finanziaria, è davvero enorme. La prossima programmazione settennale dei fondi europei che vedrà il Molise tornare in “convergenza (il vecchio obbiettivo uno)” assegnerà inevitabilmente alla Nostra Regione maggiori risorse. La grande chance, però, la giochiamo grazie ai fondi del Recovery che arriveranno ed andranno necessariamente spesi entro il 2026. In tal senso registriamo un lavoro preliminare da parte dell’attuale governo Regionale di bassa qualità che mette addirittura a rischio la possibilità che i progetti presentati vengano poi effettivamente finanziati. Come da tradizione nella nostra cultura amministrativa vengono presentati una quantità enorme di tanti piccoli progetti. Abbiamo invece bisogno di una visione d’insieme, di un’idea del futuro della Nostra terra e di mettere quindi in campo una consequenziale programmazione che punti su pochi ma grandi progetti. Innanzitutto le grandi infrastrutture sia materiali che immateriali: cogliere questa possibilità per farci finanziare la quattro corsie, potenziare le linee ferroviarie, investire sulla fibra ottica ovvero rendere il Molise collegato al resto d’ Europa. Poi un grande progetto organico sul green, che valorizzi la naturale vocazione di questa Regione che può divenire il simbolo dello sviluppo sostenibile: mobilità sostenibile, interventi di efficienza energetica, nuove tecnologie per i trasporti.

Sconfinati paesaggi, basso impatto ambientale per una qualità di vita alta e un’attrattività turistica forte. Penso, ad esempio, tra i progetti ipotizzabili, ad una grande pista ciclabile cosi come realizzata dai cugini Abruzzesi e che consente di percorrere un intero tratto di costa adriatica. Creare le infrastrutture per rendere percorribile il Molise e poi fare di questa Regione la “piccola Svizzera”, icona di un modello sostenibile di sviluppo”.

Potrebbe interessanti anche:

Anziano scomparsa a Bojano, decine di persone impegnate nelle ricerche

Si chiama Incoronata Sebastiano, ha 72 anni e vive da sola a Bojano. E’ stata vista per l’…