Home Apertura Terapia intensiva, un anno in trincea di medici e infermieri
Apertura - Attualità - Evidenza - 16 Gennaio 2021

Terapia intensiva, un anno in trincea di medici e infermieri

A un anno dall’inizio della pandemia, siamo stati nel reparto di Anestesia e Rianimazione del l’Ospedale Cardarelli di Campobasso, la cosidetta terapia intensiva dove vengono ricoverati i malati Covid in condizioni più critiche. Un anno in prima fila e senza tregua, il cui impatto psicologico è ancora da misurare, come ci dice il primario del reparto, il dott. Romeo Flocco.

Drammatico il bilancio di vite umane. Il reparto di terapia intensiava, purtroppo, è spesso l’ultima fermata per molti dei malati Covid. Spaventosa la percentuale generale di mortalita, italiana e internazionale.

Tra le figure silenziose che con abnegazione e sacrificio prestano la loro opera ci sono gli infermieri che, insieme a medici e personale sanitario meritano rispetto, ammirazione gratitudine generali. Un lavoro di cua e monitoraggio che va avanti ventiquattrore al giorno.

Anche per loro il lascito psicologico di un anno di pandemia è molto pesante.

Potrebbe interessanti anche:

Il Covid fa un’altra vittima: muore l’ex Sindaco di Pescopennataro

Il Covid continua ad abbattersi duramente sulle vite dei cittadini molisani. La recente im…