180mila persone controllate in un anno, furti in calo del 40 per cento, denunce in aumento del 25 per cento. Sono i numeri che riassumono l’attività dei carabinieri in provincia di Campobasso nel corso del 2020. Un anno difficile anche per l’Arma, segnato per intero dall’emergenza sanitaria e di conseguenza dai controlli legati alle misure varate per contrastare il virus. Nel corso dell’incontro con i giornalisti il colonnello Emanuele Gaeta, comandante provinciale dell’Arma, ha ricordato anche l’impegno sanitario dei carabinieri con il drive in attivo da settimane nello spazio davanti allo stadio di selva piana e dove attualmente si processano 200 tamponi al giorno.

Potrebbe interessanti anche:

Sanità, dopo Gemelli e Neuromed prende posizione anche Villa Maria: stop ai ricoveri e pazienti dimessi

Dopo il Gemelli ed il Neuromed arriva la presa di posizione della casa di cura Villa Maria…