Home Apertura Florenzano a Giustini: sbagliato definire “inquinato” il Cardarelli
Apertura - Attualità - Evidenza - 12 Gennaio 2021

Florenzano a Giustini: sbagliato definire “inquinato” il Cardarelli

Oreste Florenzano non ci sta. Il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Regionale replica al Commissario ad acta per la Sanità, Angelo Giustini, che con riferimento al Cardarelli aveva definito il nosocomio campobassano un ospedale “inquinato”. Il Cardarelli nei giorni scorsi è finito nell’occhio del ciclone per i casi di contagio che si sono registrati nel reparto di chirurgia. Un episodio per il quale sono in corso accertamenti e che, secondo il direttore generale, potrebbe avere la sua genesi fuori dall’ospedale. Il rischio di una struttura sanitaria – dice – è riducibile ma non eliminabile. Sarebbe accaduta la stessa cosa, aggiunge, anche in presenza di un centro Covid a Larino.

Questa mattina Florenzano ha preso parte al Tavolo Covid regionale, nel corso del quale ha fatto il punto anche sulla campagna vaccinale che, dopo un avvio con qualche difficoltà, adesso sta rispettando la tabella di marcia. A semplificare ulteriormente le cose dovrebbe essere l’arrivo del vaccino prodotto dalla società Astra Zeneca.

Al tavolo covid è intervenuto anche il presidente della regione Toma che ha annunciato un potenziamento del pianbo dei trasporti con 85 corse aggiuntive per la provincia di Campobasso e 25 per quella di Isernia. Sul fronte del personale necessario alle vaccinazioni Toma ha riferito che dal prossimo 20 gennaio cominceranno ad arrivare in Molise medici e infermieri messi a disposizione dal Commissario nazionale al Covid, Domenico Arcuri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Il mercato delle vacche

Di Angelo Persichilli Credo sia stato Luca Goldoni a scrivere nel suo libro “Colgo l’occas…