Angelo Giustini resta al suo posto, il Ministero non ha dato alcun riscontro alle sue dimissioni presentate al tavolo tecnico, il ministro Speranza non l’ha chiamato, ragion per cui già domani sarà in Molise per affrontare l’emergenza Cardarelli che ha avuto dei riscontri anche a livello di informazione nazionale dopo il blocco di chirurgia a causa del cluster nato in quel reparto ospedaliero. Per quel che riguarda le sue dimissioni al momento nessuno le ha ratificate e nessuno lo ha chiamato, ragion per cui al momento resta al suo posto Infine Larino, si è sparsa la voce che Giustini pensa di tornarer al vecchio progetto di trasformare il Vietri n centro Covid regionale, ma lo vuol fare con l’accordo di tutti e senza veti magari avvalendosi di personale sanitario anche non italiano.

Potrebbe interessanti anche:

Monotematico sanità, M5s: “Ritirare il Pos e rivedere i rapporti con i privati”

Riceviamo e pubblichiamo la nota dei Consiglieri regionali del Movimento 5 stelle sul Cons…