Dura presa di posizione del portavoce del Movimento 5 Stelle al Senato Fabrizio Ortis, che interviene sulla situazione al Cardarelli in seguito ai positivi in Chirurgia tra operatori e ricoverati. “Quanto sta accadendo in queste ore all’ospedale Cardarelli di Campobasso rappresenta una pagina nera nella gestione dell’emergenza sanitaria da Covid-19 in Molise. Il presidente Toma non può continuare a fingere che tutto vada bene di fronte a un reparto no Covid, nella fattispecie quello di Chirurgia, che rischia di essere focolaio di contagio per tutto l’ospedale. È il caos – commenta il senatore – con il direttore generale Asrem Florenzano e il governatore Toma che continuano a fornire dati confusionari. Ma qui si sta scherzando con il fuoco e questo non possiamo più permetterlo: la seconda ondata ha falcidiato il Molise, con oltre 170 morti, contagi a dismisura e tracciamento dei contatti praticamente inesistente. Il nuovo ospedale Covid nell’ex hospice del Cardarelli richiederà ancora molti mesi prima di vedere la luce (dovevano essere 4 a settembre, secondo Toma) grazie alla ingiustificabile bocciatura del Vietri, voluta da quasi tutti i sindaci del Molise e votata dal Consiglio regionale a larga maggioranza. Una soluzione scartata invece da Toma e Florenzano, i quali hanno tanto decantato la separazione dei percorsi, che invece si è dimostrata un totale fallimento. Anticipo fin d’ora – conclude l’esponente pentastellato – che interesserò personalmente il ministro della Salute Roberto Speranza affinché venga a controllare subito le condizioni in cui versa il Cardarelli, come del resto richiesto nelle scorse settimane anche dal sindaco Gravina. La situazione della sanità molisana, grazie a Toma e Florenzano, è del tutto fuori controllo. Ora basta”.

Potrebbe interessanti anche:

Elezioni Politiche, a Trivento oltre il 55% dei votanti è di centrodestra. Primo partito Fratelli d’Italia con quasi il 26% degli elettori a seguire Forza Italia. Il 18% dell’elettorato al centrosinistra, 13% Movimento 5 stelle

Sono stati in totale 1.981 gli elettori che si sono recati alle urne di via Acquasantianni…