I genitori di Francesco Martino, giovane studente morto nell’incidente ferroviario di Roccasecca nel 2005, sono tra gli insigniti del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Oggi il Quirinale ha annunciato 26 riconoscimenti e tra questi c’è quello di Commendatori dell’Ordine del merito della Repubblica Italiana andato a Titina Petrosino, 73 anni e Ugo Martino, 73 anni, di Isernia. Questa la motivazione: “Per l’opera di solidarieta’ offerta, in ambito internazionale, a favore della promozione dei diritti di base assistenziali e sanitari” Nel 2007, in seguito all’incontro con Padre Leo’n Sirabahenda ad Isernia, fondano l’Associazione Oltre la Vita Onlus in nome del figlio Francesco. L’incontro con il sacerdote e i suoi racconti sulla sofferenza delle popolazioni del Burundi dopo i conflitti etnici fecero nascere in Titina e Ugo il desiderio di fare qualcosa per loro. Spiega Ugo: “Venne spontaneo unire il nostro dolore per Francesco con quello della gente del Burundi”. L’associazione persegue finalita’ di carattere sociale con interventi assistenziali e sanitari miranti al miglioramento della qualita’ della vita e alla promozione dei diritti delle persone. In particolare, finanzia progetti in favore della popolazione di Makamba in Burundi dove, grazie alle donazioni di tante persone, e’ stato possibile costruire una scuola, un orfanotrofio, un centro per disabili, un piccolo ospedale e un dispensario. E’ sempre stato prioritario per l’Associazione il principio di rispettare le usanze e le tradizioni del posto, senza tentare di modificarle.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, scende la curva del contagio. Intanto Toma approva il decreto che prevede 50 milioni del Por

Non accadeva da settimane: numero di casi inferiore a 100 e tasso di positività che scende…