L’inverno non fa sconti a nessuno, così come l’epidemia da Covid 19, ne sanno qualcosa i vecchietti in fila davanti all’ufficio postale di Roccamandolfi, in attesa del loro turno per ritirare la pensione o pagare i bollettini. Un ufficio aperto a giorni alterni e dove si entra uno alla volta, con la gente in fila al freddo in un paese montano dove le temperature sono già ai minimi stagionali. Una situazione molto pesante perchè si rischia seriamente di ammalarsi in fila nel freddo dei vicoli che portano all’ufficio postale, per questo il sindaco Giacomo Lombardi ha preso carta e penna e si è rivolto alle massime autorità per restituire ai suoi cittadini quello che dovrebbe essere un diritto.

Potrebbe interessanti anche:

Sanità, sulle partite iva scede in campo la Fials: “Intervenga il Parlamento”, chiede il sindacato

Il tema delle assunzioni rappresenta la questione centrale del sistema sanitario regionale…