Ancora furbetti del reddito di cittadinanza scoperti in regione. Gli ultimi casi, in totale 16, sono stati smascherati da una infagine in collaborazione tra Polizia e Guardia di Finanza che ha riguardato i comuni di Campobasso e Bojano. Si tratta di persone che hanno percepito il beneficio rilasciando false dichiarazioni riguardanti i requisiti richiesti dalla legge per ottenere il reddito mensile. Tra loro ci sono anche 2 persone sottoposte a misure cautelari. Complessivamente il danno erariale accertato è di 110mila euro.

Potrebbe interessanti anche:

Parcheggi a pagamento, tribunale dà ragione al Comune di Isernia

L’amministrazione comunale informa che il Tribunale di Isernia, con ordinanza dello scorso…