Quello di Gian Paolo Montali, pluridecorato allenatore di pallavolo e dirigente sportivo, è un palmares di tutto rispetto. Quattro campionati italiani, due ori ai campionati europei, un argento alle olimpiadi, una coppa dei campioni e un primo posto al campionato mondiale per club. Questi solo alcuni dei titoli conseguiti e che gli sono valsi la laurea honoris causa in scienze motorie conferita dall’Università del Molise. Un riconoscimento particolarmente significativo, ha sottolineato il campione, che colma un vuoto nella sua vita. Montali, proprio per dedicarsi alla pallavolo, lasciò gli studi in medicina.

Nella sua lectio magistralis, Montali ha sottolineato il concetto di squadra. Governare talenti e risorse umane – ha detto – persone che non hanno nulla in comune tra loro, significa raggiungere un vantaggio competitivo. Un concetto che vale per tutte le organizzazioni, sportive e non.

Grande soddisfazione è stata espressa dal rettore dell’Unimol, Luca Brunese. Raccogliamo oggi il testimone di una staffetta partita lo scorso 9 marzo, giorno del lockdown, giorno in cui era previsto il conferimento del titolo a montali. Un segnale di ripresa, tenuta e speranza quello dell’Unimol, oltre che di forte attenzione al mondo dello sport.

Potrebbe interessanti anche:

Elezioni politiche, in Molise parte la sfida in rosa

Una sfida nella sfida, è quella che si appresta a vivere il Molise alle prossime elezioni …