9.6 C
Campobasso
mercoledì, Aprile 17, 2024

Campionato Italiano Slalom, Fabio Emanuele sfiora il settimo tricolore

SportCampionato Italiano Slalom, Fabio Emanuele sfiora il settimo tricolore

Fabio Emanuele chiude al secondo posto il XXI Trofeo Città di Massa Lubrense, ultimo appuntamento stagionale e non riesce a vincere il settimo titolo italiano slalom in carriera. Il tricolore è di Salvatore Venanzio che si aggiudica la gara di casa e sopravanza in classifica generale il campobassano di mezzo punto. Applausi a scena aperta comunque per il driver della Campobasso Corse che, a bordo della sua Osella Pa 9/90 ha dato vita ad una stagione straordinaria lottando metro dopo metro anche nella gara odierna per cercare di mantenere il titolo italiano in Molise.


Nella prima salita ufficiale di gara a Massa Lubrense il campione molisano, a bordo della sua Osella Pa 9/90 fa registrare il miglior tempo con il crono di 2’12”14 davanti a Luigi Vinaccia (più lento di 2”39). A chiudere il podio parziale della kermesse campana è Salvatore Venanzio su Radical SR4, distaccato di 2” dal leader. Nella seconda manche dell’ultimo appuntamento tricolore, Emanuele chiude con il secondo tempo assoluto ad 1”94 dal vincitore Venanzio che ferma i cronometri a 2’10”54. Terzo posto per Girolamo Ingardia (Formula Ghipard). Diventa così decisiva l’ultima salita ufficiale di gara: Emanuele mette in campo tutte le sue qualità ma paga dazio ad una penalità di dieci secondi che lo fa scivolare in sesta posizione parziale. La gara campana è appannaggio di Venanzio con Emanuele secondo e autore di una grande stagione. “Faccio i complimenti a Salvatore Venanzio per l’affermazione odierna e per la conquista del titolo – commenta al termine della gara di Massa Lubrense Emanuele – oggi ha dato vita ad una grandissima prestazione. Sono dispiaciuto con me stesso perché non sono riuscito a migliorare il tempo della prima salita nonostante diversi cambi fatti in corso d’opera alla vettura. Il campionato purtroppo si è perso nelle gare siciliane: ad Erice dove Venanzio era terzo, io per tre decimi sono rimasto secondo assoluto. Se avessi vinto allora, oggi sarebbe potuto essere tutto diverso. A Torregrotta ci sono stati i problemi al cambio meccanico nell’ultima gara. Ma questo fa parte dello sport e dell’automobilismo nello specifico. Complimenti ancora a Venanzio e un saluto a tutti i tifosi con la promessa che il prossimo anno ci rivedremo sulle gare”.

 

Fonte: Ufficio Stampa

Ultime Notizie