Saranno i freezer a meno 80 gradi del dipartimento di Medicina dell’Università del Molise, che si trova a Campobasso nella zona di Vazzieri, ad accogliere i vaccini anticovid in arrivo a gennaio.

Qui migliaia di dosi saranno conservate in attesa di essere somministrate ai molisani. Sono speciali frigoferi utilizzati dai laboratori dell’Ateneo.

Per fare arrivare i vaccini tutto il mondo si sta preparando una delle più imponenti operazioni logistiche della storia. Sono infatti almeno 10 miliardi le dosi di farmaco anticovid che occorrono a livello planetario. Per questo, Pfizer ha messo a punto uno speciale contenitore per il trasporto delle dimensioni di una valigia: 5mila dosi in ogni scatola, che sarà imballata con ghiaccio secco. Il vaccino può sopravvivere per altri 5 giorni una volta scongelato, a temperatura tra i 2 e gli 8 gradi. In Molise non ci saranno problemi. L’Università è infatti in grado di custodire migliaia di dosi.

Potrebbe interessanti anche:

Maria Luisa Forte sarà la candidata sindaco di Campobasso per la coalizione progressista

La coalizione progressista costituita da PD, M5S, Alleanza Verdi e Sinistra, Socialisti, M…