Ordinanza del Presidente della Regione Toma nei confronti del Commissario ad Acta per la Sanità, Angelo Giustini. Il governatore in pressing sul commissario accusato di inerzia rispetto alla attuazione del piano pandemico che prevede la possibilità di contrattualizzare posti letto dai privati per fronteggiare l’emergenza Covid.

La questione riguarda, principalmente, il reparto di terapia intensiva ed ha i prodromi in una nota dell’Asrem dello scorso 29 novembre con la quale l’Azienda sanitaria, in prospettiva di una possibile saturazione dei posti di terapia intensiva presso il Cardarelli, chiedeva al Commissario Giustini di dare attuattuazione a quanto previsto dal piano pandemico emergenziale, ovvero la possibilità di ricorrere alle strutture private laddove i posti delle strutture pubbliche risultassero insufficienti. Dal Commissario ad acta nessuna risposta e da qui il provvedimento del presidente Toma che impone a Giustini di contrattualizzare i posti già dichiarati disponibili da Neuroed e Gemelli: rispettivamente 4 posti di terapia intensiva presso l’istituto di Pozzilli e 3 presso il Gemelli. Inoltre presso quest’ultima struttura vi sono disponibili altri dieci posti covid ordinari.

Inoltre Toma ha imposto a Giustini di fare una ricognizione entro cinque giorni di altri posti disponibili presso le strutture private e procedere alla contrattualizzazione.

“Non voglio mandare la gente a curarsi fuori regione ha detto il governatore. Se Giustini non provvede, ha detto, nominerò io un commissario per fare i contratti sostituendomi a lui”.

Potrebbe interessanti anche:

Bojano – Movida, pugno di ferro dei carabinieri: scattano le denunce

Carabinieri in azione per garantire il rispetto delle regole, nel fine settimana. Gli uomi…