Home Attualità Api sentinelle per studiare la qualità dell’aria
Attualità - Evidenza - Provincia di Isernia - 23 Novembre 2020

Api sentinelle per studiare la qualità dell’aria

 

Quando gli insetti diventano sentinelle: ha preso il via a Pozzilli il progetto di biomonitoraggio “Capiamo”, promosso dal Gruppo Hera, con l’obiettivo di studiare il comportamento delle api come indicatori efficaci per valutare lo stato di qualità dell’ambiente nella zona circostante il termovalorizzatore.

Tre gli alveari installati la scorsa primavera all’interno del perimetro dell’impianto e l’area monitorata dal progetto è la zona est della Piana di Venafro, tra i monti della Meta e quelli del Matese, dove, oltre al termovalorizzatore, sono presenti industrie del settore chimico e aziende sanitarie private.

I progetti di biomonitoraggio come quello avviato dall’azienda a Pozzilli utilizzano organismi definiti markers, in questo caso le api, che sono altamente sensibili ai cambiamenti ambientali causati da agenti inquinanti.

Le api dunque come sentinelle, capaci di segnalare precocemente l’insorgenza di squilibri ambientali. Le sostanze presenti nell’ambiente infatti si accumulano all’interno dell’alveare, sulle api e sui loro prodotti, miele, propoli, cera, polline e pappa reale, rendendo facile e veloce il recupero di campioni altamente rappresentativi da analizzare.

I campioni raccolti dagli alveari saranno sottoposti ad analisi chimiche presso laboratori accreditati e con metodi certificati. Le informazioni ottenute permetteranno di conoscere e quantificare gli eventuali effetti dell’impatto delle attività dell’uomo sull’ambiente. I primi risultati ottenuti fino a ora, che saranno oggetto di ulteriori approfondimenti, mostrano uno stato di qualità ambientale complessivamente buono – riferiscono i ricercatori.

Il biomonitoraggio delle sentinelle rappresenta una ulteriore garanzia a beneficio e tutela della comunità e del territorio che ospitano l’impianto. Un progetto importante che si sposa perfettamente con i valori della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente su cui si fonda anche l’operato di Herambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Il mercato delle vacche

Di Angelo Persichilli Credo sia stato Luca Goldoni a scrivere nel suo libro “Colgo l’occas…