Home Attualità Il contagio da Covid-19 non si ferma, il sindaco di Trivento scrive ai cittadini: faccio appello al senso di responsabilità di tutti, restiamo uniti in questo momento difficile
Attualità - Evidenza - QD - Trivento - 21 Novembre 2020

Il contagio da Covid-19 non si ferma, il sindaco di Trivento scrive ai cittadini: faccio appello al senso di responsabilità di tutti, restiamo uniti in questo momento difficile

Il contagio da Covid-19 non si ferma, il sindaco di Trivento scrive ai cittadini: faccio appello al senso di responsabilità di tutti, restiamo uniti in questo momento difficile. Ad oggi, 21 novembre, sono 14 i positivi (in totale ne sono stati 18, 4 guariti), a fronte di ciò il sindaco ha scritto ai residenti. “Cari concittadini – scrive Pasquale Corallo – ormai è quasi un anno che tutto il mondo sta affrontando la grande emergenza legata alla pandemia da Covid-19. Da Sindaco, voglio informare tutti voi in merito alla situazione attuale che Trivento sta vivendo in questo momento e che rappresenta sicuramente un periodo difficile. Il primo pensiero dell’Amministrazione va sicuramente alla nostra intera cittadinanza, a chi sta soffrendo per la malattia e la situazione di isolamento e a chi sta vivendo una situazione di difficoltà economica. Il Comune sin dall’inizio della pandemia, si è posto come punto di riferimento per tutti i cittadini. Ringrazio, innanzitutto, i dipendenti comunali che hanno affrontato e stanno affrontando con impegno e dedizione le attività lavorative in modo da garantire i servizi. Abbiamo valenti dipendenti che lavorano in sede, altri che da casa in smart-working gestiscono le attività. Non è facile organizzare l’attività giornaliera per rispondere alle necessità di queste settimane. Non è facile neanche gestire i servizi comunali per la presenza di casi di positivi al Covid-19 che sicuramente generano ansia e timori fra tutti noi. Ringrazio S.E. il Vescovo, la Caritas diocesana e la Curia di Trivento per la vicinanza alla comunità e per aver approntato anche misure restrittive come vietare le cerimonie religiose, persino i funerali continuando a trasmettere conforto e speranza a tutti noi. Ringrazio gli agenti della polizia locale e i Carabinieri che hanno garantito il servizio di controllo per il rispetto delle varie normative ed ordinanze, con grande spirito di abnegazione e che svolgono tutt’ora un’attività potenzialmente a rischio di contatti stretti con persone contagiate. Ringrazio i volontari, soprattutto il SAE 112, disponibili sempre a dare una mano al bisogno del momento, garantendo quell’impegno generoso che fa affrontare le fatiche quotidiane e la sofferenza con la vicinanza al dolore degli altri. Ringrazio i medici di famiglia, i pediatri, il personale del poliambulatorio e gli addetti dell’assistenza sociale che garantiscono, il supporto socio-sanitario ai cittadini tra mille difficoltà. Ringrazio i titolari degli esercizi commerciali e i loro dipendenti che sono impegnati a mantenere i servizi ed effettuare consegne a domicilio. Ringrazio il mio gruppo politico, assessori e consiglieri, per il supporto e il fattivo aiuto in questi momenti difficili. Questo elenco è sicuramente incompleto ma mostra come tutta la cittadinanza di Trivento stia affrontando la situazione attuale. Da quando è iniziata l’emergenza l’Amministrazione si è attivata per porre in essere tutte le attività necessarie a fronteggiare la situazione. È stato costituito il COC (Centro Operativo Comunale). Con l’ottimo supporto del Segretario comunale e dei Responsabili di settore, abbiamo operato come giunta: per garantire le comunicazioni istituzionali ai cittadini, anche rispetto ai diversi provvedimenti emanati da Governo e Regione; per rafforzare alcune prescrizioni, in un quadro in continua evoluzione (mercato, limitazioni apertura bar ed esercizi commerciali, divieto accesso al cimitero, divieto accesso ai parchi, limitazione ai giochi per bambini, etc…), sono state emanate deliberazioni e ordinanze sindacali specifiche;  per rispondere ai primi bisogni di assistenza socioassistenziale (buoni alimentari, contributi locazioni ed utenze, ecc.); per riorganizzare il funzionamento degli uffici; per costruire una rete di volontariato e di sicurezza per gestire i servizi essenziali e l’assistenza alla popolazione. Un riferimento particolare va a quello che è stato fatto per garantire le attività scolastiche. È stato assicurato in piena sicurezza il trasporto scolastico e la mensa, sono state adattate nuove aule alle esigenze Covid, sono stati avviati lavori di manutenzione. Non ultimo è stato acquisito con risorse comunali un nuovo capiente scuolabus. Ringrazio il dirigente scolastico per la collaborazione, l’intero personale scolastico, gli insegnati e gli addetti al trasporto e mensa. Nonostante l’emergenza anche le altre attività sono state portate avanti con grande efficacia ed efficienza, continuano ad essere intercettati trasferimenti, fondi statali e regionali per il miglioramento infrastrutturale e per tutte le attività ed esigenze del territorio. Per dare un’idea del lavoro svolto, a titolo esemplificativo e non esaustivo, in materia di Covid, sono state adottate fino ad oggi n. 19 Decreti/Ordinanze del Sindaco, n. 16 deliberazioni di Giunta comunale e veramente tanti atti dirigenziali. Il Sindaco, la Giunta, i Consiglieri di maggioranza e la struttura intera comunale sono sempre a disposizione dei cittadini in ogni momento della giornata, sette giorni su sette, ancor di più in questo momento di disagio collettivo. Continuiamo ad utilizzare tutta la prudenza possibile – chiude il sindaco Corallo – mettendo in atto i comportamenti a tutela della nostra salute e di quella altrui; Mi appello al senso di responsabilità di tutti, restiamo uniti in questo momento difficile. Invito ancora una volta alla prudenza e al rispetto delle regole”. Infine, nella giornata di oggi si è tenuto il consiglio comunale monotematico sull’emergenza Covid. Nel merito il sindaco ha voluto fare chiarezza su alcuni aspetti riguardanti la gestione dell’emergenza Covid, “la gestione dell’emergenza nella scuola  compete al Dirigente scolastico che  osserva il protocollo del Ministero della Istruzione in accordo con  l’Asrem; la decisione su eventuali chiusure di esercizi commerciali in caso di positività accertate compete esclusivamente alla Asrem che applica e attiva tutte le procedure di controllo e verifica”. (Nella foto, la consegna di un encomio ai volontari del SAE 112 per il lavoro svolto in questo periodo. Stesso riconoscimento è andato anche ai carabinieri della locale Caserma).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Covid: 6 nuovi decessi e 80 positivi. 100 i guariti nelle ultime ore

Quattro erano ricoverati in malattie infettive e due invece erano ospiti di case di riposo…