Home Attualità Si è spenta a quasi 104 anni Nicolina Di Clemente, la ”nonnina” diventata famosa su You Tube per i siparietti sulla Coca Cola con la sorella Assunta
Attualità - Evidenza - 20 Novembre 2020

Si è spenta a quasi 104 anni Nicolina Di Clemente, la ”nonnina” diventata famosa su You Tube per i siparietti sulla Coca Cola con la sorella Assunta

Avrebbe compiuto 104 anni il 18 marzo Nicolina Di Clemente, una delle nonnine del Molise. La nonnina della Coca Cola, come è stata simpaticamente ribattezzata. Dopo una lunga vita, fatta di affetti profondi, gioie e non poche difficoltà si è spenta serenamente consapevole del profondo amore di tutti i suoi cari.

In tarda età è diventata famosa grazie a You Tube e agli esilaranti, ma anche teneri filmati pubblicati dai nipoti. Battibecchi e freddure in cui è protagonista, negli anni con la sorella Assunta, che ha tagliato il traguardo del secolo di vita ad agosto.

Siparietti che hanno fatto registrare tantissime visualizzazioni in rete. Celebri quelli sulla Coca Cola, in cui si beccavano perchè Nicolina considerava la bevanda una sorta di elisir di lunga vita e l’altra, Assunta, ne condannava le proprietà non proprio, a suo dire, benefiche.

Le sue riflessioni sulla vita, sul silenzio e persino sull’educazione sessuale sono in una playlist di YouTube che riceve frequenti visite: Nicolina e Assunta – Le centenarie.

Nicolina Di Clemente, se il destino le avesse concesso il superamento di quest’altro traguardo, avrebbe regalato un altro dei suoi video, magari insieme alla sorella Assunta. Erano molto legate tra loro e al Molise, a Sessanno.

“Con il suo cuore, tenero e forte insieme – la ricordano i suoi parenti, il nipote Giovanni Petta – ha combattuto ogni sorta di avversità. Ha amato la vita, con un entusiasmo sempre rinnovato, nonostante le traversie vissute, i dolori profondi e perenni che nascondeva dietro un sorriso coinvolgente, simpatico ed empatico. La sua ironia veniva dispensata a profusione nei lunghi e frequenti pranzi di famiglia e nei video in cui affermava che la sua longevità era dovuta, soprattutto, alla Coca-Cola”.

Nicolina ha attraversato gli eventi salienti e decisivi del ‘900. Nata nel 1917, in piena Grande Guerra, ha vissuto il ventennio fascista e poi il secondo conflitto mondiale, con il marito impegnato per tredici anni consecutivi nelle guerre di occupazione o prigioniero in Germania.
Gli ostacoli non sono mancati, ma lei li ha affrontati a testa alta e con l’orgoglio tipico del molisano vero, a testa alta, con quella fierezza e coraggio che solo le donne sanno avere.

A novant’anni volle provare l’ebrezza del volo, racconta il nipote. “Vorrei vedere cosa c’è lassù…” disse. Chissà, forse una sorta di “perlustrazione preventiva” del luogo dove si va quando la vita finisce. Il comandante dell’aereo volle averla con sé in cabina. E lei, di buon grado, lo seguì, perchè la sua curiosità di sperimentare e scoprire non si è mai sopita, fino alla fine, in oltre un secolo di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Atm, lavoratori in stato di agitazione: in tempo di Covid l’azienda non tutela la nostra salute

Stato d’agitazione per i lavoratori dell’Atm che stanno vivendo, ormai da settimane, un du…