Lunedì è stato arrestato nel blitz “Decimabis” con l’accusa di associazione mafiosa; martedì la squadra mobile di Foggia gli ha notificato nel carcere di Bari una nuova ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Foggia, con l’accusa di tentata estorsione. Si tratta di un 34enne vecchia conoscenza delle forze di polizia. Con lui altri due foggiani, in concorso tra di loro, sono stati raggiunti dalla misura cautelare dell’obbligo di dimora. A quanto emerso dalle indagini Valletta a settembre scorso ha preteso da un giovane di Campobasso la restituzione di un debito, pari a 2500-3mila euro, per l’acquisto di alcuni grammi di cocaina. La vittima quando nei mesi scorsi è stata fermata per un controllo nella sua città, e’ stata trovata in possesso di alcuni grammi di droga. Ai poliziotti ha dichiaranto che lo stupefacente era per uso personale ed ha ammesso che era sotto estorsione da parte di tre foggiani.

Potrebbe interessanti anche:

Alluvione ad Ischia, anche i Vigili del fuoco di Campobasso sul luogo della tragedia

Anche i vigili del fuoco del Comando provinciale di Campobasso sono andati in soccorso del…