Home Sport Calcio a 5, stop per Cln Cus Molise e Chaminade. Positivi nel Cln, per la Chaminade accordo con il Molfetta per non giocare
Sport - 20 Novembre 2020

Calcio a 5, stop per Cln Cus Molise e Chaminade. Positivi nel Cln, per la Chaminade accordo con il Molfetta per non giocare

Situazione abbastanza caotica nel torneo cadetto di futsal

Settimana complicata nel mondo del futsal nazionale. Andiamo con ordine, la Divisione Calcio a 5 ha diramato una nota, dove in base al perdurare dell’emergenza sanitaria, con le relative difficoltà logistiche nell’organizzazione delle partite, ha deciso per la rimodulazione dei Campionati Nazionali di Serie A2 femminile e Serie B. Questa settimana sarà data priorità al recupero delle gare rinviate, con conseguente differimento dei turni di campionato già in calendario e a partire dal 21 novembre sarà definito il recupero delle gare e si provvederà alla rimodulazione dei Campionati Nazionali di Serie A2 femminile e Serie B. La calendarizzazione degli incontri di recupero sarà definita in accordo con le società, tenendo conto della cronologia delle gare rinviate per ciascun girone e del completamento degli isolamenti fiduciari e/o obbligatori ancora in atto. Insomma per dirla in parole povere nel torneo della Chaminade, quello di serie B, le società in accordo tra di loro, possono decidere di scendere in campo per effettuare un recupero o giocare il turno di campionato, in attesa del nuovo calendario che verrà reso noto dalla Divisione Calcio a 5. Una situazione abbastanza caotica che ha creato diverse difficoltà alle società del torneo cadetto. In soldoni la Chaminade non partirà per la trasferta di Molfetta, in programma domani da calendario, in attesa della nuova calendarizzazione dei campionati.

Non solo, ci sono state novità anche nel torneo di A2. Proprio nel girone C il giudice sportivo ha adottato il pugno duro con il Rutigliano, reo di non essersi recato a Giovinazzo per la gara di campionato sabato scorso. Ebbene la sentenza è stata rigida, 6-0 a tavolino per il Giovinazzo, 1 punto di penalizzazione e una multa salatissima al Rutigliano. Come dicevamo la settimana scorsa, diverse società pugliesi, divise tra A2 e serie B, avevano chiesto alla Divisione la sospensione dei campionati per una serie di motivazioni. Di certo l’atteggiamento usato dal Rutigliano è da condannare, considerato che tutte le società sportive, all’inizio dei campionati, e all’atto dell’iscrizione, sapevano perfettamente le difficoltà da incontrare nel corso di questa stagione. La soluzione non è certo non andare a giocare per protesta. La linea al momento è tracciata, in serie A1 e A2 si prosegue, in serie B ci sarà un nuovo calendario per giocare i recuperi e poi riprendere il torneo regolare. Dunque nessuno stop, sempre in attesa di un nuovo protocollo, più rigido e che possa mettere al riparo la regolarità del campionato.

l’esultanza di Turek

Non scenderà in campo neanche il Cln Cus Molise, la trasferta in programma ad Ortona contro la Tombesi è stata rinviata a data da destinarsi. Alla base del rinvio la positività di alcuni tesserati nel team d’ateneo. La società cussina, dopo il caso accertato, ha provveduto ad effettuare i tamponi a tutti i giocatori, lo staff tecnico e i collaboratori. In attesa del riscontro ufficiale la gara è stata rinviata. Prima sosta in campionato per la squadra di Sanginario, unica ad aver giocato tutte le cinque gare in programma da calendario. Barrichello e compagni, dopo l’impresa di sabato scorso al Palaunimol contro il Futsal Cobà, occupano la prima posizione in classifica. Un piccolo risultato che testimonia la bontà e la serietà del lavoro svolto dallo staff societario e da quello sportivo. Gli obiettivi sono differenti ma occupare la posizione d’elitè è sempre gratificante. Peccato perché si poteva approfittare del momento di forma e dello scossone in casa Tombesi Ortona. La pesante sconfitta patita sul campo del Buldog Lucrezia sabato scorso ha spinto, infatti, la società abruzzese e l’allenatore, di comune accordo, a dividere le proprie strade. Gianluca Marzuoli non è più l’allenatore della squadra al suo posto Daniele Di Vittorio, già tecnico dell’unger 19 gialloverde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Sport, Sibilia polemizza con Spadafora sul vincolo sportivo

A livello nazionale, importanti novità dal punto di vista legislativo per la figura del la…