“Appena chiusi i recuperi, si riprenderà con il campionato regolare”. Queste la parole, virgolettate, del presidente della Lnd Cosimo Sibilia intervenuto, in diretta, nell’ultima puntata di Domenica Sport. Una frase significativa che ci porta ad un ragionamento. La ripresa del campionato di Serie D, prevista per domenica 29 novembre, è destinata a questo punto, a slittare. Se bisogna prima chiudere i recuperi, come detto dal presidente Sibilia, ebbene non sembrano esserci le condizioni, ad oggi, per ripartire tra due settimane. Diverse gare non sono state recuperate, ultima in ordine di tempo, solo per citare un esempio, la gara Aprilia – Vastese Calcio, in programma, mercoledì prossimo, 18 novembre, valida come recupero della 5ª giornata di andata del girone F, è stata rinviata a data da destinarsi. Stessa sorte toccata al recupero tra Cynthialbalonga e Campobasso, inizialmente in programma domani. A questo punto bisognerà attendere un nuovo calendario dei recuperi, da parte della Lnd, per ipotizzare la ripresa del campionato regolare.

Sibilia

Quello che conta è che l’attività non si è fermata, seppur poche le sfide giocate domenica scorsa, dimostrano una continuità e il non voler stoppare l’intera macchina del campionato di serie D. Domani sono in programma cinque gare, sempre per i recuperi, nel Girone A Varese-Caronnese, nel B Breno-Tritium, nel girone E Scandicci-Ostiamare e Flaminia-Tiferno, infine nel G Formia-Gladiator. Dunque si procederà un passo alla volta, con l’obiettivo chiaro di chiudere il programma dei recuperi, per evitare di falsare classifiche e campionati. Priorità al campionato non solo in serie D, come confermato anche da Sibilia, anche nei tornei regionali. Il segnale del comitato è stato quello di non disputare la fase nazionale della Coppa Italia Dilettanti e gli spareggi playoff tra le seconde dei tornei di Eccellenza a fine stagione. Tutto questo sempre in attesa del nuovo protocollo, a tal proposito la Lnd sta valutando di portare il tetto minimo di giocatori positivi, per il rinvio di una gara, a 3 – 4 unità, attese news nei prossimi giorni.

Questa mattina il Ministro Spadafora ha annunciato alcune novità. La prima è che l’erogazione del bonus di novembre è pronto, mentre domani, mercoledì 18 novembre, si riapre una finestra settimanale per quei club che – non gestendo impianti – possono aver bisogno del fondo perduto per onorare utenze e spese accessorie. Infine non si esclude che per dicembre il bonus di 800 euro ai tesserati sportivi, possa essere aumentato dal Governo.

il Ministro Spadafora

In Veneto il governatore Zaia ha preso delle misure per tutelare le attività sportive ed in particolare i Campionati nazionali. Nei casi di competizioni sportive, atleti e accompagnatori di altre regioni dovranno avere l’esito negativo del tampone effettuato nelle 72 ore precedenti.  Lo stesso Zaia ha lanciato nel Veneto la sperimentazione sui test “fai-da-te”. Un sistema veloce, poco costoso e che ognuno può fare in autonomia per testare la presenza del covid nel proprio organismo. Se la sperimentazione andasse a buon fine e il sistema fosse ritenuto affidabile, (come sembra nei primi test l’affidabilità sarebbe il 99,9%), potrebbe risolvere tantissime problematiche tra cui il ritorno senza pericoli all’attività sportiva e ai campionati. Speriamo bene.

Stop forzato per il Campobasso, come confermato dal direttore dell’area tecnica Luigi Mandragora, la società rossoblu deve fare la conta dei positivi al covid 19 dopo il secondo giro di tamponi effettuato giovedì scorso. Un numero elevato di positivi, intorno alle 15 unità, non consente la ripresa degli allenamenti almeno nei prossimi giorni. Colpita davvero in modo pesante dal virus la squadra di mister Cudini, un periodo di stop forzato in attesa della negativizzazione di un numero cospicuo di giocatori per ripartire.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio a 5, Cln Cus Molise, under 19 al tappeto contro l’AP calcio a 5

CLN CUS MOLSE   1 AP CALCIO A 5       2  Cln Cus Molise: Oliveira, Brunale, Garocchio, Tre…