Home Attualità Emergenza Covid, Giustini chiede più poteri a Roma
Attualità - Evidenza - Politica - Regione - 10 Novembre 2020

Emergenza Covid, Giustini chiede più poteri a Roma

Più potere e soprattutto la possibilità di mettere in piedi una struttura autonoma, sul modello di quanto disposto dal decreto Calabria per la sanità di quella regione.

È Angelo Giustini, che scrive ai ministri della salute e delle finanze per chiedere, anche in Molise, provvedimenti simili a quelli deliberati con il decreto Calabria che, sostanzialmente, amplia i poteri del commissario alla Sanità per far fronte all’emergenza Covid.

Il decreto Calabria, di cui Giustini chiede l’estensione al Molise, stabilisce che è il commissario regionale che si occuperà del Programma operativo di potenziamento delle Terapie intensive e semi-intensive.

Il Commissario ad acta si avvarrà dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) che fornisce supporto tecnico e operativo ed è chiamato a inviare «al Ministro della salute, ogni sei mesi, una relazione sullo stato di attuazione delle misure, anche con riferimento al Piano Covid. Questo in Calabria, dove com’è noto, proprio in questi giorni il commissario è stato sostituito dopo la sua gaffe in televisione, quando – intervistato da un giornalista – ha fatto una pessima figura, dimostrando di non sapere nulla o quesi nulla di emergenza pandemia e Piano Covid.

Ora Giustini, probabilmente per mettere le mani avanti, vista la fine fatta dal suo collega calabrese, anche lui un generale, ma dei carabinieri, scrive a tutti i suoi interlocutori istituzionali affermando che la gestione del Covid-19, anche nella Regione Molise, sta spingendo il Sistema sanitario a dover velocizzare il più possibile strategie di risposta, abbinandole alla ricerca della sostenibilità economica. Poi, dopo l’approvazione del decreto legge, recante “Misure urgenti per il rilancio del servizio sanitario della regione Calabria”, Giustini chiede l’estensione dello stesso, con modalità proporzionale, alla situazione in atto in Molise, al fine di poter disporre di una struttura, analoga a quella prevista nel decreto in Calabria, per attuare un percorso sanitario di rilancio e di ripresa nella nostra regione”.

Tutto molto burocratico e linguaggio diplomatico, ma la sostanza è che Giustini sta chiedendo al Governo di gestire in prima persona l’emergenza Covid in Molise.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Infortunio al Nucleo: 60enne rimane schiacciato dal tir che si ribalta. Aperta un’indagine

Incidente sul lavoro oggi al Nucleo Industriale di Termoli dove un uomo di 60 anni è rimas…